Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 09-04-2017 17:16
in Politica | Visto 2.274 volte

Ricomincio da 5

A Rosà pronta la squadra del Movimento 5 Stelle per le prossime amministrative. Candidato sindaco è Paolo Stragliotto, rosatese Doc. “In primo piano partecipazione, inclusione sociale e senso di comunità, valori fondanti del Movimento”

Ricomincio da 5

Il candidato sindaco del M5S di Rosà Paolo Stragliotto

A Rosà il Movimento 5 Stelle presenta la squadra per le elezioni amministrative dell'11 giugno prossimo. Il candidato sindaco per la lista sarà Paolo Stragliotto, rosatese Doc, 34 anni, laureato e libero professionista nel settore dell'informatica.
“La mia candidatura - dichiara Stragliotto - nasce dalla volontà di canalizzare la delusione nella politica dei cittadini in un modo di fare politica che metta in primo piano la partecipazione, l'inclusione sociale e un senso di comunità, che sono poi i valori fondanti del Movimento.”
“Anche negli scorsi cinque anni in cui Barbara Guidolin ha coperto il ruolo di consigliere comunale - informa una nota stampa del M5S rosatese -, tutto il gruppo ha cercato di portare delle idee e schierarsi a tutela della cittadinanza, senza voler cercare a tutti i costi lo scontro politico con la maggioranza. Ciò che contano sono le proposte concrete.”
“Il nostro programma - prosegue il comunicato - verte su quattro punti fondamentali: Sicurezza, Cittadinanza, Aggregazione e Futuro. Sicurezza per i cittadini che non dovranno più aver timore di lasciare i propri figli al parco di quartiere, grazie ad un occhio di riguardo per opere sociali e urbanistiche che possano tutelare il singolo cittadino. Cittadinanza, che spesso e volentieri è stata bistrattata, ma deve tornare un punto di riferimento per i rosatesi che fanno parte di un comune pieno di potenzialità e risorse.”
“Aggregazione - continua il testo - non è solo un slogan, ma un vero e proprio valore sociale che spesso e volentieri è stato dimenticato dal rosatese di oggi, ma che è stato il punto di forza dei nostri nonni e ciò che rendeva unico il tessuto veneto che ha saputo svilupparsi rapidamente grazie al senso di condivisione e di comunità. Pensare al Futuro invece, è una promessa annunciata molte volte da diverse amministrazioni e politicanti, ma per noi non è solo una frase fatta: è fondamentale che un’amministrazione abbia una visione e una “mission" che va oltre i cinque anni di mandato, per poter pensare già oggi a come potrà essere la Rosà di domani.”
Nei prossimi mesi il gruppo sarà impegnato in diversi incontri, per far conoscere il programma ai cittadini e per confrontarsi su problemi, idee e proposte.
“Abbiamo la fortuna - conclude il candidato sindaco - di essere un gruppo coeso e che lavora bene insieme, e questo crediamo sia importante per portare avanti in modo serio dei progetti per Rosà, mettendo in secondo piano alleanze e giochi politici vecchio stile.”

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti