Redazione
bassanonet.it
Pubblicato il 21-05-2015 23:22
in Attualità | Visto 1.374 volte
 

START, o della rinascita culturale del territorio bassanese

Sabato 23 maggio, alle “Bolle Nardini” di Bassano del Grappa, l'associazione culturale Polites promuove l'incontro “START - Rinascita Culturale del Territorio Bassanese”.
Si tratta, come informano gli organizzatori, dell'edizione inaugurale “di un evento che si propone, per i prossimi anni, di diventare un appuntamento fisso in calendario, punto di riferimento dell'intero territorio”.
“Associazioni, gruppi e operatori - spiega un comunicato dell'associazione Polites - saranno chiamati a confrontarsi sul futuro delle politiche culturali nella nostra area.
In particolare, sarà chiesto ai partecipanti di immaginare la Bassano dei prossimi anni, le sue priorità sul fronte culturale e i possibili riflessi turistici ed economici.”
“L’obiettivo, a conclusione dei lavori - prosegue la nota - è produrre un documento in grado di fissare le priorità del Territorio e aprire la strada a progetti strutturati e a lungo termine. Da qui la volontà di dare voce al maggior numero possibile di realtà, in un’esperienza di democrazia partecipata, anche in ambito culturale.
“La giornata - concludono i promotori - sarà aperta da una tavola rotonda condotta da opinion leader di portata nazionale. Nel pomeriggio sarà dato spazio al confronto tra i rappresentanti delle diverse realtà, per chiudere con la stesura di un primo “Protocollo della cultura bassanese” da indirizzare a istituzioni pubbliche e private.”
La tavola rotonda avrà inizio alle 10. Vi interverranno, in veste di relatori: il giornalista e scrittore Gian Antonio Stella (“Identità culturale e turistica: Bassano e il Veneto”); il direttore della Peggy Guggenheim Collection Philip Rylands (“Gestione e marketing di un museo contemporaneo”); il docente ordinario di Storia Contemporanea dell'Università di Padova Carlo Fumian (“Veneto o Los Angeles? Suggerimento dalla storia”) e l'editore di AreaArte Giulio Martini (“Il successo della sinergia”):
La partecipazione è aperta al pubblico nel limite dei posti disponibili e previo accreditamento.