Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 02-11-2014 13:38
in Attualità | Visto 2.954 volte

Free Press

Uno per carta e cartone, l'altro per plastica e lattine: installati all'ingresso del parcheggio Le Piazze due press container per i i rifiuti differenziati, funzionanti h24, alimentati a energia rinnovabile e riservati ai soli residenti a Bassano

Free Press

I due press container installati da venerdì all'ingresso di viale delle Fosse del parcheggio Le Piazze a Bassano (foto Alessandro Tich)

In termini tecnici, si chiamano “press container”. Sono compattatori di rifiuti, muniti di una pressa automatica interna che “schiaccia” e riduce il volume degli scarti conferiti in tempo reale, in modo tale da poter incorporare grandi quantità di materiale. Già utilizzato in numerosi Comuni italiani per il conferimento 24 ore su 24 dei rifiuti differenziati, e quindi oltre ai giorni e agli orari imposti dal calendario della raccolta porta a porta, il sistema fa la sua comparsa anche a Bassano del Grappa.
Da venerdì scorso due press container destinati ad altrettante tipologie di rifiuti - uno per la carta e cartone e l'altro per la plastica e lattine - sono stati installati, a cura di Etra e su impulso dell'Amministrazione comunale, all'interno dell'area del parcheggio Le Piazze, a lato dell'ingresso di viale delle Fosse.
Possono utilizzarli i soli residenti nel Comune di Bassano: è infatti obbligatorio, prima di procedere al conferimento dei rifiuti, inserire la tessera sanitaria personale in una apposita fessura a lettore ottico, per la verifica del dato anagrafico. Una volta accertata la residenza a Bassano, la macchina riceve l'input per consentire l'operazione.
I due impianti - realizzati dall'azienda Ecologia Soluzione Ambiente di Bibbiano (Reggio Emilia), tra i leader in Italia nelle tecnologie per la raccolta rifiuti - sono costati alla società multiutility circa 50mila euro ciascuno e si autoalimentano energeticamente, grazie a pannelli fotovoltaici collocati sul ripiano superiore.
Una tecnologia che dopo Pove del Grappa, Comune pioniere in questo specifico settore nel nostro territorio, arriva dunque in città col dichiarato proposito di incentivare la popolazione a usufruire del servizio h24 e ridurre, di conseguenza e progressivamente, la quantità dei rifiuti da esporre fuori casa e da raccogliere col porta a porta.
Accadrà - come ha anticipato il presidente del Consiglio di sorveglianza di Etra Manuela Lanzarin - anche in altri Comuni del comprensorio come Rosà, Tezze sul Brenta e Romano d'Ezzelino dove prossimamente saranno installati analoghi impianti compattatori. Per quanto riguarda Bassano del Grappa si tratta solo di un primo step: l'intenzione dell'Amministrazione comunale, per voce del vicesindaco e assessore alla Cura urbana Roberto Campagnolo, è infatti quella di dotare in futuro di press container per la differenziata anche altri quartieri della città.
Intanto si comincia dal centro storico e - per vincere la prevedibile riluttanza di molti cittadini a entrare con la macchina nell'area del parcheggio a pagamento per portare i rifiuti ai due impianti - un avviso appiccicato ai due compattatori ricorda che “la prima mezz'ora al parcheggio Le Piazze è gratuita”.

Più visti