Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 04-06-2014 13:42
in Politica | Visto 3.459 volte

Alessandro Fabris, endorsement a Poletto

L'assessore comunale uscente: “Invito tutti a votare Riccardo Poletto per guardare avanti”. “Credo che sostenerlo voglia dire dare un segnale concreto verso la nuova politica fatta di partecipazione, trasparenza e confronto aperto”

Alessandro Fabris, endorsement a Poletto

Foto: archivio Bassanonet

Non avesse annunciato già da tempo il suo ritiro dalla vita politica e amministrativa per motivi di lavoro e di famiglia, sarebbe stato quasi sicuramente anche lui della partita - ci riferiamo, ovviamente, alla campagna elettorale - e con buone chances sulla carta, oltretutto, di fare bella figura.
Ora Alessandro Fabris, assessore comunale uscente alle Attività Economiche, Turismo e Sport di Bassano, rompe il silenzio e a cinque giorni dal ballottaggio di domenica 8 giugno esprime formalmente il proprio appoggio al candidato sindaco Riccardo Poletto, tramite un comunicato stampa trasmesso in redazione che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

Conosco Riccardo Poletto da molti anni, dai tempi in cui eravamo entrambi animatori di azione cattolica ai campi parrocchiali del centro giovanile.

E’ sempre stata una persona onesta, capace e disponibile. In questi cinque anni di consiglio comunale ha portato avanti una opposizione costruttiva e intelligente, rispettando il lavoro che abbiamo fatto, senza esimersi dal dissentire ma sempre in modo pacato e ragionevole. Ha dimostrato in questa campagna elettorale di essere inoltre una persona moderata e aperta verso il futuro. Rappresenta un cambio di direzione, una accelerazione verso il futuro che tutta la città, ma soprattutto la nostra generazione di 30-40enni non deve perdere.

Credo che sostenere Poletto voglia dire dare un segnale concreto verso la nuova politica fatta di partecipazione, trasparenza e confronto aperto.

La città ha riconosciuto al PD una credibilità di proposta che ha raccolto i consensi anche dell'ala moderata e questo si deve anche alla forte spinta innovativa portata da Matteo Renzi, in cui ho creduto dal primo momento, come elemento di innovazione e moderazione del partito democratico. Anche a Bassano tanti giovani che credevano in questo progetto hanno raccolto moltissime preferenze e avranno l'opportunità di contribuire al governo della città in modo sicuramente innovativo.

Dal metodo delle primarie ad una campagna elettorale basata sui fatti e sulle idee e non sulle menzogne e gli attacchi, Riccardo Poletto potrà essere un sindaco capace di leggere il mutamento dei tempi e guidare Bassano facendo rete con il territorio più ampio.

Non ho potuto mettermi a servizio della città e mi dispiace, ma con Riccardo mi sento in linea con quella che sarebbe stata la mia idea per lo sviluppo di Bassano. 
Profondo rinnovamento nelle persone e nelle idee, abbandonando spettri e colorazioni politiche che sono il segno del passato.

Invito tutti a votare Riccardo Poletto per guardare avanti.

Alessandro Fabris

Libertà è Parola

Libertà è Parola - Intervista ad Angelica Bizzotto

Stasera raccontiamo la storia di questa giovane bassanese con un’enorme passione per il cinema che l’ha portata a studiare alla University of...