Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 23-04-2014 16:36
in Politica | Visto 3.428 volte
 

“Sogno una Bassano diversa”

Mattia Bindella, giovane coordinatore del presidio di Bassano-Marostica dell'associazione “Libera-Contro le mafie”, in corsa alle amministrative di Bassano: “Ecco perché mi candido”

“Sogno una Bassano diversa”

Mattia Bindella, candidato nella lista "Bassano per tutti" per Riccardo Poletto sindaco

Con l'esperienza di “Libera-Contro le mafie”, l'associazione di cui è il coordinatore del presidio di Bassano e Marostica, si è fatto le ossa nel campo dell'impegno sociale e civile. Ora Mattia Bindella - 23 anni, studente universitario in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali nonché giovanissimo membro del direttivo ANPI di Bassano - tenta il passo in avanti, candidandosi alle amministrative bassanesi.
Una scelta le cui motivazioni sono spiegate dallo stesso Bindella con un comunicato stampa trasmesso in redazione e che pubblichiamo integralmente (maiuscole comprese) di seguito:

COMUNICATO

ETICA POLITICA E LEGALITA' AL CENTRO DELLA POLITICA AMMINISTRATIVA, PER RILANCIARE LAVORO, CULTURA E DIRITTI:
ECCO PERCHE' MI CANDIDO

Sì, mi candido! Con grande entusiasmo ho accolto l'invito a candidarmi nella lista civica “BASSANO PER TUTTI”, a sostegno della candidatura a Sindaco di Riccardo Poletto.
Il mio impegno nella vita civile e sociale di Bassano mi ha spinto ad assumermi questa responsabilità, mettendomi in gioco per la nostra magnifica Città.

Circa due anni fa, assieme ad alcuni amici, abbiamo fondato il Presidio di Libera-Contro le mafie di Bassano del Grappa e di Marostica, di cui ho l'onore di essere il coordinatore.
E' chiaro che sono io a candidarmi e non l'associazione, ma anche in virtù di questa esperienza, voglio impegnarmi affinché la Politica, a partire da quella amministrativa, possa ritrovare quella dignità e quella serietà che merita, nel rispetto di quei principi di GIUSTIZIA, LEGALITA' e di tutela del BENE COMUNE che negli ultimi anni sono stati vergognosamente calpestati.
In questo percorso ho incontrato ed incontro tanti ragazzi e tante ragazze pieni di entusiasmo e voglia di impegnarsi, ragazzi e ragazze che hanno condiviso con me e con noi delle bellissime esperienze di condivisione e partecipazione, dimostrando come UN'ALTRA SOCIETA' SIA POSSIBILE, anche grazie ai giovani.

Sogno una Bassano diversa, dove il SOCIALE torni a rivestire un'importanza centrale nell'agenda della Politica cittadina; dove il LAVORO torni a costituire una priorità dell'azione amministrativa, in una fase storica in cui questa drammatica crisi economica sta lacerando la trama dei diritti, togliendo agli uomini e alle donne quella dignità che proprio il DIRITTO AL LAVORO dovrebbe loro garantire; una Bassano in cui TUTTI possano sentirsi davvero CITTADINI E CITTADINE e dove i giovani abbiano il diritto di costruirsi un futuro.
Sogno una Bassano in cui il CENTRO STORICO possa ritrovare la vitalità di cui ha uno straordinario bisogno, creando non solo nuove occasioni di aggregazione, ma consentendo anche un forte rilancio dell'economia cittadina, attraverso il turismo ed una seria riqualificazione della città.
Nella Bassano che ho in mente, la CULTURA deve costituire un bene prezioso da tutelare e valorizzare, affinché si possa realizzare quella consapevolezza e quella libertà ed autonomia di giudizio che essa può garantire a uomini e donne.
Mi preme presentare fin da subito una proposta semplice, ma che sono sicuro potrà venire incontro alle esigenze di tanti giovani bassanesi: l'orario di apertura della nostra bellissima e nuovissima biblioteca civica dovrà essere esteso fino a tarda serata, per consentire alle studentesse e agli studenti di fermarsi più a lungo a studiare. La chiusura alle 18.30 non può soddisfare i bisogni di troppi studenti, che proprio a quell'ora rientrano dalle loro giornate universitarie. La biblioteca civica non è solo un luogo in cui dedicarsi allo studio, ma deve fornire nuove occasioni di incontro e di relazione interpersonale, per giovani e meno giovani. La gestione dei locali negli orari di apertura straordinaria potrebbe essere affidata a dei volontari o agli studenti stessi, come avviene in molte altre città.
Per queste ragioni ho scelto di candidarmi.
Credo in un cambiamento, un cambiamento che non sarà determinato da una sterile protesta, ma che dovrà essere necessariamente accompagnato da un progetto chiaro e credibile per il NOSTRO futuro.
VOGLIO DARE VOCE A QUEI CITTADINI E A QUELLE CITTADINE CHE SI TROVANO IN DIFFICOLTA' PER LA MANCANZA DI LAVORO; ALLE TANTE PERSONE CHE, IN UNA SOCIETA' CHE ESCLUDE, NON RIESCONO AD USCIRE ALLO SCOPERTO E A RIVENDICARE IL LORO STRAORDINARIO VALORE; A QUEL MONDO DELL'ASSOCIAZIONISMO IN CUI SONO DA TEMPO IMPEGNATO.
Forte dell'esperienza maturata in questi anni di impegno civile e sociale, voglio provare a fare qualcosa per questa città!
Con PASSIONE e con CORAGGIO, farò del mio meglio. ASSIEME alle tante persone che vorranno condividere con me questa emozionante avventura.
Nella speranza di poter davvero far crescere questa Città, ringrazio di cuore tutti coloro che vorranno darmi la loro fiducia.

Mattia Bindella
Candidato Consigliere nella lista civica BASSANO PER TUTTI
per RICCARDO POLETTO Sindaco