Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 05-04-2014 13:54
in Politica | Visto 4.143 volte

“Bassano per tutti”. E per Poletto

Presentata la prima delle tre liste della coalizione a sostegno del candidato sindaco di Bassano Riccando Poletto, espressione del mondo associativo, del volontariato e dell'impegno sociale. Tra i candidati 11 donne, 6 under 35 e 4 studenti

“Bassano per tutti”. E per Poletto

I candidati della lista "Bassano per tutti" con il candidato sindaco Riccardo Poletto

“L'impegno per Bassano: nel sociale, nel volontariato, nello sport.”
E' questo il tratto distintivo che accomuna i 24 candidati della lista civica “Bassano per tutti” che alle prossime elezioni amministrative di Bassano del Grappa sosterrà il candidato sindaco Riccardo Poletto.
Nella squadra - presentata ufficialmente assieme al simbolo in Sala Tolio in città - emerge infatti una marcata presenza di persone provenienti dal mondo associativo e dell'impegno sociale in tutti i fronti.
A cominciare dai due coordinatori di lista: Oscar Mazzocchin e Mattia Bindella, il primo educatore e co-fondatore dell'associazione per il sostegno ai minori in difficoltà “La casa sull'albero” e il secondo studente universitario nonché coordinatore del presidio di Bassano e Marostica dell'Associazione “Libera - contro le mafie”. Molto noto nell'ambito dell'impegno civico e associativo è anche il nome della capolista: l'architetto Lucia Lancerin, esperta in “cittadinanza partecipata” e già fondatrice negli anni che furono del progetto “Città senza barriere”.
Una lista che si caratterizza per la presenza femminile (11 donne), di giovani (6 candidati fino a 35 anni) e studenti (4). Ben 16 dei 24 aspiranti consiglieri comunali sono alla loro prima esperienza di candidatura.
Nel salutare i candidati e ringraziarli per il sostegno, Riccardo Poletto ha lanciato nell'occasione anche due proposte sui temi delle pari opportunità e della solidarietà: "Nel campo del sociale dobbiamo lavorare soprattutto con azioni concrete ed efficaci - ha spiegato -. Serve un cambio di passo nelle politiche di sostegno ai più deboli: dall'assistenzialismo dobbiamo muoverci verso dei patti di cittadinanza.”
“Chi è senza lavoro - ha aggiunto il candidato sindaco - deve essere aiutato, ma dobbiamo farlo con strumenti che ri-accompagnino queste persone al lavoro; dobbiamo farlo favorendo i lavori socialmente utili, che permettono a chi riceve aiuto di restituire qualcosa alla città.
“Sulle pari opportunità - ha ancora affermato Poletto - dobbiamo applicare la legge che prevede che una quota fissa degli oneri di urbanizzazione sia destinata all'abbattimento delle barriere architettoniche. Così possiamo davvero costruire una Bassano per tutti.”
“Bassano per tutti” è una delle tre forze - due civiche e il Partito Democratico - che formeranno la coalizione “Bassano sceglie 2014”, nata con le primarie del centrosinistra dello scorso 9 marzo, nel segno, come sottolineano in una nota stampa i promotori, “del rinnovamento e della partecipazione”.
Riportiamo di seguito i nomi dei candidati della lista “Bassano per tutti”:

CANDIDATI DELLA LISTA CIVICA “BASSANO PER TUTTI”

per Riccardo POLETTO Sindaco

1. LANCERIN Lucia, 53 anni, architetto, esperta in “partecipazione”, impegnata a livello nazionale nella promozione della cittadinanza partecipata; fondatrice nel 1986 di “Città senza barriere”, primo progetto sul tema dell'accessibilità urbana; promotrice, nel 1996, di una simulazione sulla mobilità del traffico;
2. BINDELLA Mattia, 23 anni, studente universitario in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, fondatore e coordinatore Ass. Libera Contro le mafie Bassano e Marostica, impegnato nella difesa dei diritti civili, membro del direttivo ANPI di Bassano, attivo nell'associazionismo cittadino; già membro di un Consiglio di Quartiere;
3. BARBAGIOVANNI CIRNERA Antonino, 53 anni, ex ispettore Capo della Polizia Penitenziaria, nel 2009 ha fondato la Sezione Tuttinbici FIAB di Bassano;
4. BIANCHIN Mariano, 66 anni, pensionato, già impiegato Poste Italiane;
5. BIOUI Latifa, 53 anni, mediatrice culturale, operatrice Caritas;
6. BOBBO Nerina, 56 anni, assistente amministrativa, impegnata da sempre nel volontariato e nell'ambito della solidarietà sociale;
7. BONALDI Bianca, 22 anni, studentessa universitaria in Economia e gestione dei Beni Culturali;
8. BONATO Saida, 20 anni, studentessa universitaria in Scienze e Tecnologia per l’Ambiente, scout;
9. BORDIGNON Gianpaolo, 50 anni, architetto, libero professionista, ambientalista;
10. BORIN Raffaella, 46 anni, commerciante, impegnata in ambito civile e sociale;
11. MASOLO Renzo, 42 anni, fisioterapista, impegnato nel campo della mobilità sostenibile e del cicloturismo come promozione e tutela del territorio;
12. MAZZOCCHIN Oscar, 53 anni, educatore, impegnato nel mondo del volontariato e della cooperazione sociale, tra i fondatori de “La casa sull’albero”;
13. MIGNOLI Luciano, 62 anni, medico, già referente organizzativo dell'area bassanese per il referendum su “Acqua bene comune”, aderente alla Rete Sostenibilità e Salute;
14. MOROSIN Stefano, 40 anni, operatore ETRA;
15. PAROLIN Maria Luz, 35 anni, impiegata e insegnante di lingue;
16. PESIMENA Beatrice, 46 anni, presidente dell'associazione di promozione sociale “La Formichina”, coordinamento di “Se non ora, quando?”;
17. PIZZATO Gigliola, 60 anni, assistente sociale a Bassano del Grappa;
18. ROSSI Alessandro, 44 anni, educatore in cooperativa sociale, ex consigliere Comunità Montana del Brenta;
19. SANTINI Teresina detta Teresa, 61 anni, già libraia, “una vita tra i bambini e i libri”;
20. SPITALE Giovanni, 26 anni, studente universitario in Scienze Filosofiche, testimonial ADMO, fondatore Climb for life;
21. SPOLAORE Giuseppe, 43 anni, docente universitario presso l'Università di Padova, impegnato in attività di ricerca in filosofia, ha prestato servizio in AGESCI;
22. ZANON Monica, 56 anni, operatrice socio-sanitaria, volontaria AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla;
23. ZARPELLON Marco, 32 anni, impiegato come programmatore informatico presso la SIA spa di Bassano, già rappresentante degli studenti presso l'Università di Padova;
24. ZILIO Egidio, 59 anni, amministratore di database presso il Comune di Verona, socio fondatore di Nutrire significa Educare, socio FIAB, capo AGESCI per molti anni;

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti