Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 19-08-2011 17:54
in Attualità | Visto 1.646 volte
 

Il deserto dei Tartari

Il ritardo dei lavori di ampliamento di salita Santa Caterina a Bassano. Stop temporaneo della Soprintendenza e ruspe bloccate nel cuore dell'estate. Per la costruzione della rotatoria al Generale Giardino, meglio incrociare le dita

Il deserto dei Tartari

Tutto fermo in Salita Santa Caterina. Ennesimo rinvio per i Lavori Pubblici bassanesi

Rimandati a settembre. Come si faceva a scuola, ormai tanto tempo fa.
Chi passa in questi giorni vicino al cantiere dei lavori di allargamento di salita Santa Caterina a Bassano del Grappa, per la prevista istituzione del doppio senso di circolazione, altro non vede che un deserto dei Tartari.
Tutto fermo e in attesa di ripartire. Compresa l'ulteriore area transennata della ditta esecutrice dei lavori, la Mazzon Costruzioni Generali di Vallà di Riese Pio X, adibita a deposito di materiali e che toglie temporaneamente un cospicuo numero di posti auto nel parcheggio di Prato Santa Caterina.
Lavori bloccati per cause di forza maggiore. Il rinvenimento, nell'area del cantiere, delle fondamenta di un vecchio edificio ha fatto scattare l'intervento della Soprintendenza ai beni ambientali e storici, che ha congelato nel cuore dell'estate l'attività delle ruspe facendo slittare la prevista parziale riapertura della via, che era stata annunciata per questo mese di agosto.
Tant'é: nei giorni scorsi è finalmente giunta l'autorizzazione della Soprintendenza a proseguire i lavori, la cui parziale ultimazione è adesso fissata - salvo intoppi e imprevisti ulteriori - al 10 settembre.
Da quella data la salita dovrebbe essere riaperta in una sola direzione, ovvero da Prato Santa Caterina a Viale delle Fosse. Evitando finalmente i ghirigori tra le stradine di Quartiere Margnan che le auto in uscita dal Prato sono attualmente costrette a intraprendere.
Ma sarà solo l'inizio della vera prova del fuoco per il traffico in transito in uno dei punti strategici della città: la costruzione della nuova rotatoria di piazzale Generale Giardino. Un intervento lungo e complesso, in un'area peraltro sottoposta a vincolo archeologico.
All'Amministrazione comunale di Bassano non resta quindi che incrociare le dita.
Con tutte le sorprese che in questi mesi hanno ritardato i cronoprogrammi dei Lavori Pubblici, ne ha veramente bisogno.