Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 19-08-2011 19:45
in Attualità | Visto 1.852 volte
 

Viva le Poste

Cinque mesi: è il tempo impiegato da Poste Italiane per recapitare una lettera da Valdagno a Bassano del Grappa

Viva le Poste
La lettera, proveniente da Valdagno, è diventata un pacco.
Perché è stata recapitata alla destinataria - una schermitrice bassanese - mercoledì scorso, 17 agosto. Mittente: il Circolo Scherma Valdagno, di cui la diretta interessata è socia.
Fin qui niente di strano, se non fosse che la missiva era stata inviata dalla città laniera lo scorso 28 marzo. Ed era stata inviata anche per tempo, visto che recava l'invito per la convocazione dell'assemblea ordinaria della società sportiva fissata per il 20 aprile.
Per percorrere la siderale distanza tra i due Comuni della provincia di Vicenza, la lettera ha dunque impiegato quasi cinque mesi.
Non sarà un record ed è solo l'ultima delle continue segnalazioni sui ritardi dei servizi postali nel Veneto, ma si tratta comunque di un caso emblematico, prontamente comunicato alla nostra redazione.
Il tragitto del prodotto postale ha seguito il consueto percorso di tutta la posta destinata agli indirizzi di Bassano del Grappa, che transita obbligatoriamente per il C.M.P. (Centro di Meccanizzazione Postale) di Padova.
La busta reca infatti il timbro di smistamento del C.M.P. padovano, datato 16 agosto. Cosa sia successo e dove la lettera si sia persa per tutti i mesi precedenti, non è dato a sapere.
Al Circolo Scherma di Valdagno, vittima inconsapevole del disservizio, consigliamo di ricorrere in futuro a mezzi più affidabili per comunicare con i propri iscritti (come la posta elettronica) e di dare un taglio netto ai propri rapporti con Poste Italiane.
Questa sì, sarebbe una bella sciabolata.