Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 22-07-2013 10:19
in Attualità | Visto 4.617 volte

Ztl vs Movida 0-3

La febbre del sabato sera: lo sfogo di un residente del centro storico di Bassano su quanto gli è capitato nelle ore di punta della movida bassanese by night

Ztl vs Movida 0-3

Foto: archivio Bassanonet

“Ztl vs Movida 0-3”: con una intestazione del genere, l'email trasmessa alla nostra redazione non poteva passare inosservata. Ad inviarcela, un residente del centro storico di Bassano, che chiedendo di non diffondere il proprio nome ha trasmesso un resoconto-sfogo su quanto gli è capitato sabato notte, nelle ore di punta della movida bassanese by night vicino al Ponte Vecchio e dintorni.
Pubblichiamo di seguito, integralmente, quanto scritto dal nostro lettore:

ZTL VS MOVIDA 0-3

Spettabile redazione di Bassanonet,

volevo brevemente complimentarmi per i vostri articoli che spesso leggo e da cui traggo informazioni riguardanti Bassano. Per fortuna che ci siete voi perché qui l'amministrazione ha la brutta abitudine di fare o autorizzare le varie attività, ma i residenti sono gli ultimi a venirne a conoscenza. Solo un esempio: organizzano una marcia che passa proprio davanti a casa (limitando ovviamente il passaggio in auto) e te ne accorgi solo il giorno stesso per ragion di cosa. E tante altre volte.....ma, non importa, non è questo il tema che vorrei toccare con questa mia email, bensì la tanto discussa ZTL ed il “nuovo” regolamento comunale approvato recentemente, che sembrava portare tante novità, ed invece mi sa che in Italia è proprio vero: non si vuole cambiare un bel niente per migliorare le cose!

Se la ZTL ha come obiettivo quello di ridurre il traffico nel centro storico per permettere a visitatori e residenti di passeggiare e riposare ad una certa ora indisturbati, allora mi sa che qualcosa non funziona!
Veniamo al dunque. Sono le 01:43 ca. di sabato 20 luglio 2013. Sotto la finestra di casa sta per iniziare il concerto improvvisato ed amplificato da cassa acustica di un improvvisato strimpellatore del sabato notte. Si piazza all'incrocio del ponte degli Alpini, di fronte al bar “Contarini” ed inizia lo spettacolo. Incitato dai clienti del bar e dalla folla inebriata siamo nuovamente i protagonisti invisibili della serenata indesiderata.
Visto l'orario, ho ritenuto opportuno intervenire per bloccare alla nascita l'evento non gradito. Ho chiamato il 112 che prontamente ha risposto.
Un quarto d'ora dopo ho richiamato per un aggiornamento. Non vorrei che passassero alle 3 e si perdessero tutto il concerto. Mi ha nuovamente risposto che le loro pattuglie sono impegnate, ma che ha provveduto ad allarmare il commissariato. Alle 02:04 ho chiamato il 113. Ed alle 02:31 finalmente sotto finestra di casa ecco passare una volante della polizia! Ma....cosa succede??? Passa indisturbata? Non si ferma nemmeno! Non posso credere ai miei occhi!!!!
Chiamo di nuovo il 113 e chiedo gentilmente: come va? tutto bene? e poi decisamente alterato: Ma mi state prendendo per il C..O? Siete appena passati sotto casa e vi pare che la situazione sia in regola? Dopo avergliele cantate per un po' (e forse i miei vicini potrebbero denunciarmi per aver alzato la voce di notte..) l'operatore del centralino fa cadere la linea. Richiamo di nuovo il 113 e mi dice che mi passa la volante. A questo punto purtroppo ho fatto una amara scoperta. Mi è stato detto che non potevano intervenire in quell'occasione perché c'era troppa gente e se fossero intervenuti in solo 2 poliziotti, sarebbe stato poco sicuro. Ma allora mi chiedo: ma cosa siete venuti a fare? Perché portate una divisa? Se non c'era motivo, non avrei chiamato il 113...sarei rimasto a letto a dormire.
Dopo un lunga chiacchierata al telefono, non soddisfatto decido di far visita al comando dei carabinieri. Volevo denunciare la polizia! Siamo arrivati alla frutta. 2 a 0 per la movida bassanese.
Vado dai CC e per ovvi motivi alle 3 di notte mi accolgono giustamente lasciandomi fuori di fronte al cancello. Un altra chiacchierata dove mi viene consigliato di fare un esposto, magari raccogliendo qualche firma dei vicini.
Non è questo il mio modo di operare. Sono deluso e amareggiato. Stavolta nonostante sia fermamente convinto che la politica in Italia non funzioni bene, le leggi mi risulta che già ci sono (come spesso accade). Ma qualcuno non le rispetta e qualcun altro non ha la forza o voglia di applicarle.
O forse il mio cognome non era tra quelli “conosciuti” che hanno il potere di far metter ordine.
Amareggiato e nervoso torno verso casa. Varco il limite della ZTL accedendo da Via Verci e scorgo una ragazza che in evidente per un troppo elevato tasso alcolemico, per ben due volte camminando sbatte contro la parete della banca.
A difficoltà si reggeva in piedi. Mi chiedo: ma si è ubriacata da sola? Che razza di amici ha se la lasciano andare a casa da sola in quelle condizioni? Poi arrivo e parcheggio in via Gamba e per concludere in bellezza, prima che io potessi girare in Via Zaccaria Bricito, mi vedo arrivare in contro un'altra ragazza che si stava tirando su la gonna. Non volevo crederci, ma ha fatto proprio quello che credevo. Accovacciata di fianco ai bidoni delle immondizie, di fronte al bar aperto 2 di Picche, ha fatto la pipi! 3 a 0 per la movida! Di notte tutto diventa lecito.
Con questo penso di poter concludere. Di certo non ho ancora detto tutto, ma basta così.

Grazie per l'attenzione.
E buon lavoro.

(segue firma)

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti