Pubblicato il 02-08-2009 18:49
in Concorsi | Visto 2.809 volte

Premiate al Gallio FilmFestival le Opere Prime

In Sala Cineghel la cerimonia di premiazione della rassegna con i protagonisti del nuovo cinema italiano

Premiate al Gallio FilmFestival le Opere Prime

Emidio Greco consegna il premio Miglior Film a Stefano Tummolini

A Gallio in Sala Cineghel ha avuto luogo la cerimonia di premiazione della 13^ edizione di Gallio FilmFestival. Davanti ad un numeroso pubblico di appassionati di cinema e di turisti sono stati proclamati i vincitori della rassegna: 13 le Opere Prime in concorso, ha ottenuto il Premio per la Miglior Sceneggiatura il film “Mar Nero”, un lungometraggio che racconta la bella storia di una coppia inedita formata una donna anziana e la sua badante, Angela, due persone che tessono un rapporto di vicinanza e di affetto inatteso e profondo; il Premio per il Migliore Attore è stato assegnato da Paolo Cottignola ad Antonio Merone, interprete di “Un altro Pianeta”; il Premio per la Regia è andato a Federico Bondi ancora per “Mar Nero”; Veronica D’Agostino, raggiunta telefonicamente al suo agriturismo a Lampedusa, ha ottenuto il Premio come Miglior Attrice per l’interpretazione di Rita, una ragazzina di famiglia mafiosa che si ribella apertamente all’organizzazione in “La siciliana ribelle”; il Premio per il Miglior Film è stato consegnato dal regista Emidio Greco a Stefano Tummolini per “Un altro pianeta”; poi due premi speciali, quello del Pubblico, assegnato a “L’estate d’inverno” di Davide Sibaldi ed un riconoscimento speciale dedicato a “Terre rosse” di Dennis Dellai, in sala era presente anche Anna Bellato, l’interprete femminile del film. Alla cerimonia è seguita la proiezione del film “Un altro pianeta”, una pellicola girata in pochissimi giorni di riprese e con un budget di soli 1000 euro, quasi un omaggio ad un festival molto bello e di qualità che ha un motto ricordato in due piacevoli spot che vedono protagonista il produttore Gianluca Arcopinto “Non contano i soldi, contano le idee”. La trama del film: una mattina d’estate Salvatore sta percorrendo il tragitto che lo porta alla spiaggia per trascorrere un po’ di tempo da solo; è una spiaggia libera frequentata da naturisti e persone in cerca avventure; non sarà una giornata qualunque e Salvatore si troverà coinvolto nella vita e nelle storie di un gruppo di persone che lo costringerà, suo malgrado, a fare i conti con i fantasmi del suo passato ritrovando la serenità perduta e, forse, una nuova possibilità, una nuova vita.

LIBERTA' E' PAROLA #LIVE - INTERVISTA A LORIS GIURIATTI SUL SUO LIBRO "L'ANGELO DEL GRAPPA"

Ricominciano le nostre dirette e con un ospite capace di farci emozionare con la sua passione e le sue parole. Stiamo parlando del nostro amico...

Più visti