Laura Vicenzi
bassanonet.it
Pubblicato il 07-11-2019 07:55
in Mostre | Visto 624 volte
 

Arte x6

Da sabato 9 novembre, nelle sale dello “Spazio Corona”, una collettiva con opere di Bordignon, Casarotto, Sartor, Venzo, Walesky e Zaltron

Arte x6

Il gruppo artefice della collettiva

Sabato 9 novembre, nelle sale dello “Spazio Corona” di Largo Corona d’Italia sarà inaugurata una collettiva intitolata: “Sei del Laboratorio delle Arti”.
L'edificio riaperto nei primi mesi dell'anno e affidato alla Pro Bassano, dopo la mostra di Wove, per la biennale di Bassano Fotografia, ospiterà una ricca sezione di opere esemplari dell'arte a cui si dedicano realizzate dai "Sei" artefici dell'iniziativa.
L’esposizione accoglie infatti opere di sei artisti del territorio che, in diverse maniere e momenti, hanno avuto contatto con l’associazione culturale che dà nome alla mostra e nel tempo hanno mantenuto vivi interessi e passioni che ne costituivano il tessuto culturale.
II gruppo “Laboratorio delle Arti” ha una storia quarantennale, fu fondato nel 1980, nato da un progetto dei bassanesi Angelo Sartor e Pietro Giuseppe Borsato (1922-1989) bit.ly/36qHcRO: i due pittori intendevano affiancarsi al “Circolo Artistico Bassanese” costituendo una voce nuova, fresca e alternativa nel panorama artistico locale.
Gli incontri del Laboratorio si tenevano in un piccolo edificio industriale nei pressi di via Passalacqua, e le attività promosse contribuivano via via alla crescita personale e artistica dei vari artisti che si avvicinarono nel tempo all’officina creativa che rappresentava. Il gruppo, guidato dalla passione comune per le arti figurative, organizzava eventi, allestiva nel territorio ex-tempore e partecipava a concorsi locali e nazionali. Negli anni ’80 molti fecero parte dell’esposizione collettiva “Dif.Fusione88”, a Palazzo Bonaguro. Attualmente, alcuni componenti del Laboratorio sviluppano autonomamente tematiche, tecniche e linguaggi diversi, ai quali si dedicano con competenza e maestria, come si può ammirare nella collettiva allestita allo Spazio Corona, dove si potranno osservare da vicino alcune acqueforti e acquetinte dell’incisore Gabriele Bordignon, affreschi di Tristano Casarotto, opere scelte di Angelo Sartor — fondatore del gruppo — sculture di Nico Venzo, acrilici di Walesky e alcune tele che raffigurano ritratti e paesaggi di Alessandra Zaltron.
L’inaugurazione è fissata per le ore 18 e sarà presentata da Anita Guadagnin.
L’esposizione sarà visitabile fino a domenica 1 dicembre, aperta dal giovedì alla domenica dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16 alle 19, martedì e mercoledì dalle ore 16 alle ore 19 (lunedì chiuso). L’ingresso è libero.