Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 11-09-2009 04:01
in Politica | Visto 2.591 volte
 

Progetto Valsugana: richiesto un Consiglio Regionale straordinario

E il consigliere regionale Raffaele Grazia presenta un'interrogazione sulla vicenda alla giunta regionale

Progetto Valsugana: richiesto un Consiglio Regionale straordinario

Palazzo Ferro Fini a Venezia, sede del Consiglio Regionale del Veneto

La richiesta, inoltrata oggi al presidente del Consiglio Regionale del Veneto Marino Finozzi, parte da 19 consiglieri regionali appartenenti a diversi gruppi politici e il primo firmatario è Raffaele Grazia, consigliere regionale bassanese del gruppo Veneto-PPE.
Nel documento si chiede la convocazione di un Consiglio Regionale straordinario sulla questione del progetto proposto da un pool di società private per la superstrada a pedaggio “Valsugana Valbrenta - Bassano Ovest” al quale la giunta regionale ha dato il proprio benestare.
“A fronte di un progetto condiviso da tutti gli Enti Locali al quale anche la Regione e l’ANAS avevano espresso parere favorevole - si legge nel testo della richiesta - la Giunta Regionale in data 4 agosto 2009 ha approvato la delibera n° 2399 in merito alla proposta di finanza di progetto per la progettazione, costruzione e gestione dell'Itinerario della Valsugana Valbrenta - Bassano ovest - superstrada a pedaggio.”
“Un progetto - affermano i 19 consiglieri regionali - quindi totalmente difforme, con un impatto ambientale devastante, con maggiori costi e perfino inutile sul piano viabilistico. Tale progetto risulta essere in netto contrasto con le prescrizioni che il Ministero dell’Ambiente aveva disposto per precedenti ipotesi progettuali. Riteniamo che una questione di tale importanza, necessiti di un confronto urgente in aula consiliare.
Per questi motivi i sottoscritti chiedono la convocazione straordinaria del Consiglio Regionale di cui all'oggetto.”
Firmato:
Raffaele Grazia, Franco Frigo, Claudio Rizzato, Giovanni Gallo Onorio De Boni Diego Bottacin, Lucio Tiozzo, Gustavo Franchetto, Damiano Rossato, Giuseppe Berlato Sella, Guido Trento, Vittoriano Mazzon, Carlo Covi, Pietrangelo Pettenò, Franco Bonfante, Marco Zabotti, Giampietro Marchese, Flavio Frasson, Diego Cancian

Sempre oggi il consigliere Raffaele Grazia ha presentato un'interrogazione a risposta scritta alla giunta regionale sul medesimo argomento.
Nell'interrogazione, Grazia parla di un progetto “assolutamente inutile sotto l'aspetto viabilistico e che rappresenta uno sfregio al territorio”, che “rappresenta uno spreco di risorse economiche e una presa in giro ai cittadini bassanesi e vicentini dato che la strada dovrebbe essere a pagamento” e ancora “di un progetto che nasce in modo oscuro”.
Grazia chiede alla giunta regionale, tra le altre cose, “perché non è stata presa in considerazione la proposta concertata e approvata in modo unanime dagli enti locali interessati dal tracciato”, se le imprese proponenti il progetto “si sono riunite in modo autonomo o sono state “sollecitate” da qualcuno”, se è vero “che sono stati già spesi 18,2 milioni di euro” e perché tale progetto “ha totalmente ignorato le ferree indicazioni fornite dal Ministero dell’Ambiente in merito alla negazione di ulteriori attraversamenti viari del fiume Brenta”.