ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 11-02-2014 12:36
in Politica | Visto 1.487 volte
 

Chenet sì, Chenet no

Tornano insistenti le voci di una possibile candidatura del presidente di Confcommercio alle comunali bassanesi, anche se non più come aspirante sindaco. Lui smentisce: “Non sono in corsa. Sono solo chiacchiere che girano”

Chenet sì, Chenet no

Il presidente di Confcommercio Bassano Luca Maria Chenet (foto: archivio Bassanonet)

Che non abbia intenzione di candidarsi a sindaco di Bassano - voce insistentemente diffusasi nei mesi scorsi - lo ha già detto e ridetto, affidando a suo tempo la conferma della sua rinuncia anche all'ufficialità di un comunicato stampa. Ma quello di Luca Maria Chenet, presidente mandamentale di Confcommercio Bassano, è un nome che continua a circolare nei “dietro alle quinte” degli ambienti politici della città, in vista dell'ormai vicino appuntamento con le urne delle amministrative, per il quale sono in pieno svolgimento le solite e attualmente ancora sotterranee grandi manovre.
L'opzione-Chenet, insomma, è ancora ricorrente: non più in veste di aspirante primo cittadino, ma comunque nella prospettiva di essere della partita con una candidatura di peso vista a sua volta come l'anticamera di un possibile assessorato. Con un referato che sarebbe già bello e pronto per lui, viste le sue competenze: attività economiche, sport, turismo e comunicazione.
Lo stesso “pacchetto” di responsabilità attualmente affidate ad Alessandro Fabris, di cui Chenet potrebbe prendere teoricamente il testimone.
Sempre che, ovviamente, la lista potenzialmente interessata a coinvolgere l'attuale presidente di categoria conquisti il consenso dei bassanesi.
Già: ma quale lista? Qui siamo ancora nel campo del tutto e del contrario di tutto, ma l'ipotesi più accreditata è quella di una formazione civica di area centrista moderata, che ben vedrebbe quello di Chenet tra i nomi di punta della sua scuderia.
Questi, ovviamente, sono i rumors di Radio Scarpa, che ne sa sempre una più del diavolo. Ma una cosa è diffondere la voce e un'altra è vedere se questa voce corrisponda ai reali propositi del diretto interessato, e cioè se la Scarpa in questione calzi, e in che misura, con il suo numero di piede.
E allora: Chenet sì o Chenet no? Il presidente di Confcommercio, interpellato da Bassanonet, da una parte conferma di essere ancora - e continuamente - tirato per la giacca, e da più parti. Ma dall'altra continua a smentire la sua disponibilità a correre per le comunali.
“Non sono in corsa - ci dice -. Ci sono avvicinamenti, messaggi trasversali, inviti più o meno diretti, ma non concreti. Mi dicono “sei l'uomo giusto” e altre cose del genere. Ringrazio ancora per la stima manifestata dalla gente, ma fatti concreti non ci sono. Le cose che si dicono nei miei riguardi sono solo chiacchiere che girano.”
Solo gossip, dunque, e quindi senza dignità di notizia? Sarà: ma in questa fluttuante fase di pre-campagna elettorale il confine tra voci e notizie è molto labile. L'impressione è che Luca Maria Chenet non voglia esporsi in prospettiva elettorale ma che di lui, in vista del voto, continueremo a sentir parlare ancora.