Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 06-04-2012 23:56
in Politica | Visto 4.274 volte

Luciano Dissegna: “Il Notiziario Amministrativo di Romano fa propaganda elettorale”

Il capolista di “Si Cambia con Romano Libera” accusa l'Amministrazione Olivo: il notiziario del Comune è stato realizzato a fini di propaganda. Il sindaco: “E' l'ennesima denuncia di Dissegna, e comunque sia è informazione istituzionale”

Luciano Dissegna: “Il Notiziario Amministrativo di Romano fa propaganda elettorale”

Luciano Dissegna: "il notiziario è stato realizzato allo scopo di fare pubblicità ai membri della giunta candidati alle prossime elezioni amministrative" (foto Alessandro Tich)

Il Notiziario Amministrativo del Comune di Romano d'Ezzelino, in distribuzione in questi giorni alla popolazione, fa propaganda elettorale e viola la legge 25 marzo 1993 n. 81 (art. 29, comma 6) che vieta alle pubbliche amministrazioni “attività di propaganda di qualsiasi genere nei trenta giorni antecedenti all'inizio della campagna elettorale e per tutta la durata della stessa”.
A sostenerlo è l'ex sindaco Luciano Dissegna, candidato capolista della lista “Si cambia con Romano Libera - Maurizio Carlesso sindaco” in corsa alle prossime elezioni amministrative di Romano del 6 e 7 maggio.
In una segnalazione indirizzata alla Guardia di Finanza di Bassano del Grappa, alla Prefettura di Vicenza, alla Procura della Repubblica di Bassano, alla Procura della Corte dei Conti di Venezia e all'Agcom a Roma, Dissegna denuncia la diffusione in campagna elettorale della pubblicazione comunale, realizzata a suo dire “allo scopo di fare pubblicità ai membri della giunta candidati alle prossime elezioni amministrative”.
“Premesso - scrive Dissegna nella sua denuncia - che in base alla legge in oggetto, nei trenta giorni antecedenti l'inizio della campagna elettorale (e cioè, per quanto riguarda le attuali elezioni, a partire dal 7 marzo 2012) e per tutta la durata della stessa è fatto divieto alle Pubbliche amministrazioni di svolgere attività di propaganda di qualsiasi genere, ancorché inerente alla loro attività istituzionale, il sottoscritto, in qualità di candidato per le prossime elezioni amministrative con la lista “Si cambia con Romano Libera”, intende segnalare che la giunta comunale di Romano sta facendo distribuire, in questi giorni, ovviamente a spese del Comune, un costosissimo “notiziario” propagandistico all'evidente scopo di fare pubblicità ai propri membri candidati nelle elezioni amministrative stesse. Tra l'altro il notiziario di cui trattasi è stato pubblicato solo oggi nel sito web del Comune”
“Che la propaganda di cui trattasi, considerati i tempi tecnici per la stampa e la spedizione del notiziario, sia iniziata in epoca abbondantemente successiva al 7 marzo 2012 - prosegue il capolista di “Si cambia con Romano Libera” -, è dimostrato dal servizio contenuto a pag. 20 del notiziario in parola in cui è stata riportata l'inaugurazione del “nuovo Punto salute” avvenuta il 9 marzo 2012”.
A riprova di ciò, Dissegna fa anche riferimento nel documento all'articolo pubblicato in quella data da Bassanonet, riportandone il link (notizie.bassanonet.it/attualita/10529.html).
“Che la distribuzione del notiziario avvenga in questi giorni è dimostrabile, ad abundantiam, dalle testimonianze di cittadini che il sottoscritto si riserva di produrre - conclude Dissegna nella segnalazione -. Che ciò sia avvenuto allo scopo di fare pubblicità ai membri della giunta candidati alle prossime elezioni amministrative, oltreché dalle numerosissime fotografie del sindaco (e degli assessori), è dimostrato dal fatto che a differenza degli altri notiziari (reperibili nel sito del Comune), manca l'assessore Ghion (che infatti non è candidato nelle attuali elezioni amministrative).”
“Luciano Dissegna, come sempre, invece di preoccuparsi dei problemi della gente si preoccupa a denunciare il sindaco - replica Rossella Olivo, da noi interpellata al riguardo -. Ne ho ricevute tantissime di sue denunce, e non hanno mai avuto seguito. L'informazione istituzionale è prevista fino alla fine del mandato del sindaco. Questo Notiziario Amministrativo è stato portato alle poste per la distribuzione prima del silenzio della campagna elettorale, e comunque sia è informazione istituzionale.”
“La legge consente che alla fine dei cinque anni di mandato venga presentato il bilancio sociale del Comune - continua il sindaco -. Per ragioni economiche abbiamo deciso di non farlo, diversamente da precedenti amministrazioni. Invece che fare il bilancio sociale, che avrebbe comportato grosse spese di stampa, abbiamo fatto il Notiziario Amministrativo, che comunque esce in questo periodo dell'anno. Il notiziario è stato pagato completamente dallo sponsor, che ringrazio. Per quanto riguarda invece il fascicolo elettorale, lo farò a spese mie come ho sempre fatto e non certamente a carico dei cittadini.”
“Da adesso e fino al 5 maggio - conclude il primo cittadino - mi aspetto altre denunce da Dissegna, è il suo modo di fare politica. Da otto anni il suo problema non sono le istanze dei cittadini, ma è denunciare il sindaco Olivo. La gente poi darà il suo giudizio nell'urna.”

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti