Opera Estate
Opera Estate

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Attualità

Mini Maxi Fest

Presentato il tentacolare programma del Minifest di Operaestate con un debordante palinsesto di iniziative collegate. Articolo riservato ai lettori più tenaci

Pubblicato il 23-06-2022
Visto 5.987 volte

Opera Estate

Sarà anche il Minifest, ma la conferenza stampa è Maxi. Anzi, Extralarge.
Mi trovo al Giardino Parolini di Bassano per la presentazione dell’immancabile rassegna di Operaestate Festival Veneto dedicata ai bambini e alle loro famiglie, ma i relatori dell’incontro sono assai più numerosi del consueto, compresi ben tre assessori comunali (Giovannella Cabion, Mariano Scotton e Mavì Zanata), gli ultimi due dei quali - occupandosi rispettivamente di Politiche giovanili e del Sociale - stanno al teatro estivo per i più piccoli apparentemente come i cavoli a merenda.
In realtà i tre assessorati risultano essere i promotori, a pari merito, della manifestazione.

La conferenza stampa al Giardino Parolini

E scoprirò tra un po’ che il Minifest è solamente l’asse centrale di un tentacolare programma di iniziative correlate e persino distaccate dal contesto, ma idealmente unificate dal fatto di essere rivolte ai più giovani. Una serie di scatole cinesi in cui un argomento ne contiene un altro che a sua volta ne contiene un altro e via inscatolando.
La conferenza stampa dura così tanto che l’assessore Cabion, che fa l’insegnante ed è impegnata con gli esami di Stato a scuola, fa in tempo a intervenire per prima, a scappare via per partecipare alla commissione d’esame all’Einaudi e a ritornare di nuovo al Giardino Parolini diversi minuti prima del rompete le righe.
Pensavo quindi di dover scrivere un articolo e mi tocca invece redigere una vera e propria Enciclopedia dei Ragazzi.
Tuttavia, dal momento che notoriamente vi voglio bene, me ne occuperò con il massimo della sintesi, trattando i temi presentati non nell’ordine con cui sono stati esposti e cercando come sempre di fare del mio meglio.
Avvertenza: questo articolo è comunque riservato ai lettori più tenaci.

Per chiarezza di esposizione inizio con l’argomento per cui mi trovo ufficialmente qui e cioè il Minifest di Operaestate Festival Veneto.
Per la tradizionale rassegna di spettacoli dedicati al pubblico junior (dai 3 anni in su) sono in programma quest’anno 30 rappresentazioni dal 4 luglio al 23 settembre in 12 Comuni del nostro territorio e non solo: Bassano del Grappa, Cassola, Colceresa, Isola Vicentina, Lusiana Conco, Marostica, Mussolente, Nove, Pove del Grappa, Riese Pio X, Rosà e Rossano Veneto.
Come spiega la curatrice del Minifest per Operaestate Alice Leoni, i Comuni ospitanti non svolgono solamente il ruolo di “sedi” per le serate, ma collaborano attivamente all’organizzazione delle stesse. Quello che propone il cartellone è “un’estate all’insegna dell’immaginazione, con spettacoli che condurranno il pubblico in luoghi fantastici e senza tempo, tutti da esplorare”. Molti spettacoli saranno accompagnati da musica dal vivo e tra i filoni rappresentati, col linguaggio leggero e divertente adatto all’età dei piccoli spettatori, ci sono anche i temi “del crescere, dei cambiamenti e delle emozioni” e “della scoperta di sé e degli altri, oltre i pregiudizi”. Una sezione del Minifest sarà dedicata al sempreverde ambito “della comicità, della giocoleria e delle sorprendenti arti del circo”.
E oltre e a margine degli spettacoli in programma, dal 15 al 25 settembre in Parco Ragazzi del ‘99 sarà anche allestito il circo contemporaneo “El Grito” con funambolismi, illusionismi, acrobazie e l’Uomo Calamita: quest’ultimo un’attrazione in tutti i sensi.
Visto inoltre che il pubblico del Minifest è composto da nativi digitali, non mancheranno gli eventi di spettacolo dedicati alla tecnologia, tra cuffie e video. Tra questi, una speciale passeggiata teatrale radioguidata Hansel & Gretel (31 luglio, Bassano, Giardino Parolini) dove i piccoli diventeranno spettatori ed attori addentrandosi assieme ai due protagonisti, che nella fiaba si addentrano nel bosco, nel cuore delle proprie emozioni e delle proprie paure.
Ovviamente, con tutte le cose che devo scrivere, non posso ulteriormente dilungarmi nel riportare tutti i titoli dei 30 spettacoli del Minifest 2022, per i quali vi rimando al seguente link: www.operaestate.it/it/festival/minifest
Tra le novità di questa edizione vi è l’apparato iconografico della rassegna, affidato ad Elena Xausa, la giovane illustratrice e graphic designer marosticense dalla carriera internazionale - già protagonista della mostra personale della scorsa estate al Museo Civico e già autrice dell’immagine ufficiale di Operestate42 - che ha rinnovato l’illustrazione del manifesto e della locandina con una composizione di personaggi delle fiabe delineati dal suo inconfondibile tratto grafico pulito, originale e metropolitano.
Ma non finisce qui, perché il Minifest proporrà anche una festa itinerante, in occasione di alcuni spettacoli, nei quartieri di Bassano. Annunciate quattro “serate speciali”, intitolate Minifest in Festa (il 19 luglio in quartiere Merlo-Santa Croce, il 26 luglio in quartiere Firenze, il 23 agosto in quartiere Valrovina e il 30 agosto in quartiere Rondò Brenta), che si svolgeranno “tra laboratori, letture di libri illustrati, emozionanti spettacoli di circo, cene e momenti di “baby dance” per concludere la giornata tra danze e divertimento”.
I posti sono limitati, la prenotazione è obbligatoria e l’intero programma è a cura di Ullallà Teatro. “Andiamo nei quartieri per fare festa - spiega Pippo Gentile di Ullallà Teatro -. Dopo due anni di pandemia l’intenzione è quella di rimettere in gioco la relazione tra le persone.”
“Allestiremo un’area pic-nic - prosegue Gentile -, faremo laboratori creativi, racconteremo delle belle storie e ci sarà anche un angolo delle coccole per i bambini più piccoli da 0 a 3 anni.”

Ed è a questo punto che dalla scatola principale del Minifest, che a sua volta contiene già l’altra scatola più piccola del Minifest in Festa itinerante nei quartieri, si aprono le altre scatole cinesi.
Con quale iniziare? Estraggo a sorte ed esce per prima la nuova edizione di “Marlene. Storie a pedali”, l’iniziativa itinerante di promozione alla lettura ideata dalla Biblioteca civica con Stefano Torresan, educatore e lettore di storie, che torna per il quinto anno consecutivo e viene presentata dal direttore della Biblioteca Civica Stefano Pagliantini.
Una biblioteca itinerante su due ruote farà sosta alla sera in otto diversi e in alcuni casi anche insoliti luoghi della città: il 6 luglio nel parco del Convento dei Frati cappuccini al Margnan, il 9 luglio nel Giardino Parolini, il 13 luglio nel parco giochi di quartiere Marchesane, il 20 luglio nel giardino della casa di riposo “Gaetana Sterni”, il 3 agosto in quartiere San Marco, il 10 agosto nel brolo di Palazzo Bonaguro, il 17 agosto in quartiere Rondò Brenta e il 24 agosto presso La casa sull’Albero in via Gobbi.
Durante gli incontri, destinati sempre ai bambini, verranno raccontate delle storie da lettori e attori professionisti, che di volta in volta le animeranno utilizzando diverse tecniche di narrazione: dal kamishibai al teatro d’ombre e dalla lettura ad alta vice alla teatralizzazione.
Al termine delle letture i bambini potranno prendere in prestito i libri e li potranno poi restituire all’incontro successivo o direttamente in biblioteca.
Gli incontri sono a partecipazione libera e, in caso di maltempo, si terranno nelle sedi al coperto adiacenti all’area verde.
Tutto chiaro, fin qui? Come dice il saggio: speremo ben.
Perché incombe e si apre un’altra scatoletta cinese, dalla quale fuoriesce Minifest Danza, o Mini B.Motion che dir si voglia. Si tratta di un percorso di formazione dedicato a giovanissimi più grandicelli tra gli 8 e i 13 anni, anche senza esperienze di danza, per far loro incontrare o approfondire i linguaggi della danza contemporanea.
Il percorso si svolgerà nei giorni di B.Motion Danza (18-21 agosto) e prevede sia classi pratiche tenute da coreografi, sia la visione di spettacoli, con “laboratorio di feedback in forma di disegno”.
La prossima scatola è invece uno scatolone. Sto parlando del CineFestival di Operaestate: la consueta rassegna cinematografica estiva al Giardino Parolini che viene annunciata dal direttore generale di Operaestate Rosa Scapin e che tradizionalmente viene presentata alla stampa contestualmente al Minifest.
Dal 4 luglio al 28 agosto saranno proiettati 56 film, con il meglio dell’ultima stagione cinematografica e le pellicole più premiate ai festival internazionali.
Dopo il cinema italiano, sul podio del CineFestival per maggior presenza di titoli, seguirà quello francese e immancabilmente dagli USA. Poi un gran viaggio nel mondo con i film più premiati dell’ultima stagione cinematografica (Oscar, Cannes, Orso d’Oro e compagnia bella) accanto ad un piccolo panorama del sempre intrigante cinema dal Nord Europa.
Si finirà con un film nientemeno che dal Bhutan, che non è assolutamente una bhutanata in quanto candidato all’Oscar per il miglior film straniero: Lunana - Il villaggio alla fine del mondo.

Ehi...ci siete ancora?
Benissimo, perché per il cinema di Operaestate non è ancora finita.
Il CineFestival ha infatti il suo “special event”: giovedì 7 luglio, alle ore 21.30, al Giardino Parolini, sarà proiettata l’anteprima nazionale di High Spirits (titolo originale: Süsser Rausch), la fiction tedesca, prodotta da ZDF/Bavaria e girata nel 2021 a Bassano e in altre località del Veneto, che racconta la storia di tre donne diversamente legate al signor Karl, patriarca a capo di una storica distilleria (ma va?) che poi muore generando la disputa tutta al femminile sulla sua successione.
Il 7 luglio al Museo Civico saranno proiettate nel pomeriggio le due prime puntate da 90 minuti della fiction, poi alla soirée al Giardino Parolini sarà presentato un montaggio delle due puntate, a ingresso libero, alla presenza di produttori, regia, cast e troupe veneta.
Evento in collaborazione con Regione Veneto, Veneto Film Commission, Vicenza Film Commission e Mestiere Cinema.
E il bello è, egregi lettori, che non è ancora finita, anzi.
È infatti collegato al CineFestival anche il programma di una ulteriore proposta estiva inserita nel gran calderone senza fine di questo Mini e fin troppo Maxi Fest.
Si intitola R-Estate in Giardino: una serie di appuntamenti sia per i bambini che per i genitori nell’area del “Chioschetto di Mariposa” al Giardino Parolini, gestito da Color Cooperativa Sociale. Gli eventi, come spiega Santi Crispo di Color Cooperativa, si svolgeranno nel tardo pomeriggio di varie giornate - le date ve le risparmio perché sono troppe - per animare il Giardino prima delle proiezioni dei film del CineFestival.
Sono 22 in tutto gli appuntamenti in programma al Chioschetto tra luglio e agosto, per un minifestival del di tutto e di più: dai laboratori creativi a piedi nudi sul prato alle danze popolari sotto le foglie, dagli aperitivi etnici ai giochi in giardino, dai suoni botanici al laboratorio di acrobatica per genitori e figli ecc. ecc., fino agli eventi “Aperitimama” e “Echoes from Scotland - danze, musica e birra scozzese” che certamente non si rivolgono ai minori.
Ormai inebriato dall’annuncio di tutti questi aperitivi, non posso però tralasciare l’ulteriore news che viene resa nota dai tre assessori Cabion, Scotton e Zanata nella medesima conferenza stampa, come se di notizie non ne avessimo avute già abbastanza.
La cosa un po' assurda è che si tratta di una news che avrebbe meritato una presentazione a sé stante e che così si perde invece nel mare magnum di tutto il resto.
Ed è la notizia di un lascito: 44.300 euro donati per testamento al Comune di Bassano dal signor Angelo Cacciapuoti, nato a Bassano e venuto a mancare nel 2020, con la prescrizione che la somma venga utilizzata per scopi di sostegno sociale ai bambini in difficoltà “vedi bambini africani leucemici ecc. ecc.
D’accordo con la famiglia del defunto e col curatore testamentario, l’amministrazione di Bassano ha quindi deciso di destinare la somma ereditata in due diverse direzioni.
La prima è il sostegno economico alla festa itinerante del Minifest nei quattro quartieri di Bassano. La seconda è un contributo a favore dell’Associazione Oncologica San Bassiano, presente alla conferenza stampa col presidente Gianni Celi, con la vicepresidente Dina Faoro e con la psicologa Elena Pasquin.
“L’Associazione Oncologica San Bassiano - spiega, ringraziando, Gianni Celi - opera a sostegno anche dei bambini malati di tumore o di bambini che vivono in famiglie di malati.”
“Il lascito - rimarca l’assessore al Sociale e medico di professione Mavì Zanata - è un contributo per il supporto ai pazienti seguiti in oncologia pediatrica e per incrementare l’attività dello psicologo.”

Termino qui, perché nel frattempo la mia tastiera mi ha mandato automaticamente una notifica sullo schermo del Pc con la scritta “Può bastare”.
A proposito: nel corso della stessa debordante conferenza stampa al Giardino Parolini l’assessore al Tutto e all’Anche Ciò Che Resta Mariano Scotton e l’assessore al Diamo Spazio ai Giovani Giovannella Cabion presentano ai giornalisti anche la ragazza 22enne tedesca Antonia Franka Fuchs, della città gemellata di Mühlacker, protagonista di un soggiorno conoscitivo e di lavoro di due mesi a Bassano: ma per fortuna me ne sono già occupato in un altro articolo.
Posso quindi dare alle stampe l’Enciclopedia dei Ragazzi, o se preferite Bimbipedia, che ho cercato di strutturare in comode dispense tematiche.
Ma state tranquilli: non verrò a suonarvi al campanello per vendervela porta a porta.

Più visti

1

Cronaca

27-06-2022

Crolla la tettoia del palco, concerto di Elisa annullato

Visto 11.158 volte

2

Attualità

28-06-2022

Battaglione Sammarco

Visto 6.292 volte

3

Cronaca

27-06-2022

Concerto Elisa, ecco la nuova data

Visto 6.254 volte

4

Cronaca

27-06-2022

In punta di penna

Visto 6.220 volte

5

Attualità

29-06-2022

Campione d’Europa

Visto 6.186 volte

6

Politica

29-06-2022

El mondo roverso

Visto 6.003 volte

7

Attualità

30-06-2022

Depennato

Visto 5.656 volte

8

Attualità

30-06-2022

Bollettino di guerra

Visto 4.848 volte

9

Attualità

01-07-2022

Il Ponte dei Pugni

Visto 3.281 volte

10

Attualità

01-07-2022

110 e lode

Visto 2.710 volte

1

Cronaca

27-06-2022

Crolla la tettoia del palco, concerto di Elisa annullato

Visto 11.158 volte

2

Attualità

16-06-2022

Veni, Vini, Piwi

Visto 10.170 volte

3

Attualità

07-06-2022

Roberto bolle

Visto 9.532 volte

4

Attualità

20-06-2022

Pezzi da 60

Visto 8.150 volte

5

Attualità

14-06-2022

Superstrada Pantalon

Visto 7.721 volte

6

Attualità

11-06-2022

L’A.RI.A che tira

Visto 7.335 volte

7

Attualità

18-06-2022

Sandwich Meccanico

Visto 7.290 volte

8

Attualità

19-06-2022

Fino a esaurimento scorte

Visto 7.262 volte

9

Cronaca

15-06-2022

Notte di fuoco

Visto 7.103 volte

10

Attualità

18-06-2022

La resurrezione di San Lazzaro

Visto 7.091 volte