Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 30-06-2017 19:46
in Attualità | Visto 3.123 volte

Gli adesivi e gli aderenti

Al via la nuova edizione di “Bassano Sotto le Stelle”. Centro storico blindato dopo i fatti di Torino: gli accessi saranno presidiati da una sessantina di operatori delle forze dell'ordine e di sicurezza

Gli adesivi e gli aderenti

Da sin.: Romano Zanon, Cristina Busnelli, Giovanni Cunico, Ilario Baggio, Roberto Astuni, Alberto Borriero e...il Ponte (foto Alessandro Tich)

Di questi tempi ormai è così: no hashtag, no party. Se non posti sui social una frasetta preceduta da un cancelletto, il cancelletto ti chiude fuori: sei out.
Un'eventualità che la delegazione di Bassano del Grappa di Confcommercio, con l'avvicinarsi della partenza del nuovo programma di “Bassano Sotto le Stelle”, non può permettersi. Ed eccolo qui, dunque, l'hashtag della settima edizione della manifestazione estiva di musica, spettacoli e negozi aperti in centro storico: #pontesempreaperto.
Lo slogan è spuntato fuori dopo che un giorno Ilario Baggio, parrucchiere-canoista-sentinella del Ponte degli Alpini, aveva segnalato al presidente dei commercianti di Bassano Alberto Borriero il problema delle tante persone che ancora oggi arrivano da fuori città pensando che il Ponte sotto restauro sia chiuso al transito. Vagli a dire che il cantiere si trova di sotto e che di sopra il Ponte è più che aperto, anche se transennato.
Come riscontrato anche da altri negozianti, per chi arriva a Bassano senza le opportune informazioni preliminari la leggenda del monumento sbarrato è ancora lungi a morire. Alla faccia della tanto sbandierata “comunicazione”, ad opera del Comune, sui lavori in corso: ma questa è un'altra faccenda.
Il messaggio #pontesempreaperto sarà pertanto il tormentone dell'estate 2017 in centro storico a Bassano del Grappa. Come spiegano i promotori della manifestazione, l'hashtag sarà condiviso su tutti i post della pagina Facebook “Bassano da scoprire”, delegata alle notizie e agli aggiornamenti sulla kermesse estiva, e stampato su strisce adesive di colore blu “che saranno applicate sulle vetrine di tutti i negozi aderenti”. E i primi sorridenti e convinti aderenti agli adesivi del Ponte sono i partecipanti alla conferenza stampa di presentazione della rassegna, che se li appiccicano a favore dei telefonini e telecamere dei media intervenuti sulle rispettive magliette e camicie.
Tutti insieme appassionatamente per annunciare l'avvio e il programma della manifestazione in cartellone in tutto il centro storico per tutti i mercoledì di luglio.
Ecco quindi a voi, cari lettori, l'elenco dei convenuti: per Confcommercio Bassano il presidente della delegazione cittadina Alberto Borriero assieme ai due vicepresidenti Romano Zanon e Nico Cattarin, più il presidente della Commissione “Turismo e Innovazione” Roberto Astuni. Per il Comune di Bassano del Grappa, gli assessori alle Attività economiche Cristina Busnelli e alla Cultura Giovanni Cunico. E inoltre Alessia Zanchetta di Operaestate Festival e sempre ancora Ilario Baggio, instancabile frontman del Comitato “Aiutiamo il Ponte”.
Ci sono anche gli artisti del gruppo Sbittarte, capitanati Fabio Baggio Bajo, che assieme a una decina di giovani fanno una dimostrazione in diretta e in anteprima della loro performance prevista nei “mercoledì sotto le stelle” e aperta al partecipazione attiva del pubblico: la pittura di piccole piastrelle in maiolica.
Alla folta delegazione di partecipanti si aggiungono ancora i cronisti delle varie testate locali e altri accompagnatori al seguito.
Tutti concentrati - compresa anche una coppia di turisti un po' spaesati, su un tavolino in mezzo alla confusione, che probabilmente speravano di farsi un pranzetto intimo e in santa pace - nei pochi metri quadrati della bellissima terrazza panoramica inferiore dell'Osteria Ca'Brando di via Pusterla, da cui si gode una visione privilegiata del Ponte ovvero, in questo periodo, dei lavori di restauro e della tura sul fiume.
Una sede volutamente scelta dalla Confcommercio bassanese che sottolinea i disagi attualmente patiti dal locale proprio per la vicinanza con il cantiere.
Nell'occasione è Romano Zanon a svolgere il ruolo di maestro di cerimonie perché in realtà Borriero e Cunico arrivano in conferenza stampa solamente alla fine, appena terminata una concomitante riunione in municipio con i rappresentanti delle forze dell'ordine che ha riguardato la vera novità di “Bassano Sotto Le Stelle” 2017.
Da quest'anno infatti, per le migliaia di persone che confluiranno in centro storico nelle quattro serate in programma, non ci sarà più l'accesso libero incondizionato.
Nei quattro mercoledì sotto le stelle (5-15-19-26 luglio, dalle 21 alle 23.30) l'intero centro storico sarà chiuso a partire dalle 18.30.
Lungo i punti di accesso al salotto cittadino saranno istituiti dei varchi di controllo, chiusi al libero ingresso da automezzi delle forze di polizia o da barriere new jersey.
Qui l'ingresso delle persone sarà controllato da una task force di addetti alla sicurezza composta complessivamente da una sessantina di operatori di Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Protezione Civile e Polizia Locale.
È la conseguenza della cosiddetta “Circolare Gabrielli”, emessa dal capo della Polizia dopo i gravi fatti di Torino, che vieta lo svolgimento di eventi pubblici e manifestazioni in piazza senza adeguate misure di ordine e di sicurezza pubblica a salvaguardia dell'incolumità delle persone. “Il nuovo sistema di controlli ai varchi è già rodato - spiega l'assessore Cunico -. Nella nostra provincia è già stato applicato a Vicenza e ad Arzignano.” I costi del disturbo saranno comunque a carico, in quanto soggetto organizzatore, di Confcommercio Bassano.
Riguardo invece alla manifestazione vera e propria - che si avvale del contributo di più di cento commercianti ed esercenti del centro storico - sarà riproposto e ampliato il format delle scorse edizioni, con microeventi distribuiti in tutte le vie.
Fondamentale la rinnovata collaborazione con Operaestate Festival, che garantisce eventi di spessore e artisti di qualità, e altrettanto importante è la sinergia con i Musei Civici di Bassano che consentirà l'apertura straordinaria e gratuita del Museo con la possibilità di visite guidate a un prezzo molto agevolato per l'occasione. Anche la visita alla Torre Civica sarà gratuita tutti i mercoledì dalle 20.30 alle 23.
Nell'occasione i negozi saranno aperti per lo shopping fino alle 23.30 e “usciranno in strada” su piccole porzioni di suolo pubblico (affrancati dalla tassa di occupazione) per l'esposizione dei propri prodotti e piccole situazioni a tema.
In via Museo, come già anticipato, i creativi dell'Associazione Sbittarte permetteranno a chiunque di mettersi in gioco decorando secondo il proprio estro le ormai celebri mattonelle in maiolica. Tutto il resto sarà spettacolo.
Mercoledì 5 luglio sarà la “Dark Night”: serata senza illuminazione pubblica nelle piazze e vie principali del centro, con lumini accesi e installazioni luminose a led, spettacoli musicali e danzanti, esibizione a lume di candela della Filarmonica Bassanese e giochi di luce sulla facciata di San Giovanni.
Mercoledì 12 spazio alla “Street Art”: 23 giovani artisti, scelti e coordinati da Veronica Merlo, si esibiranno in creazioni di live painting. Con dei totem triangolari sarà inoltre allestita una “segnaletica emozionale” che indicherà le direzioni dei vari punti storici e artistici del centro. Le opere rimarranno poi nelle loro postazioni fino alla quarta e ultima serata, mentre altri giovani artisti decoreranno il cantiere della fontana o svilupperanno il tema dell'“Acquario” come fonte di vita.
Mercoledì 19 sarà la “Operaestate Night” con la riproposta di Dance Raids: l'evento che porta la danza nei luoghi più inconsueti della città. Vetrine, piazze, angoli nascosti e spazi pubblici si animeranno coi movimenti della danza contemporanea.
Il progetto è realizzato in collaborazione con le reti di danza No Limita-C-Tion, impegnata nella formazione di giovani talenti e Dance Well, progetto di ricerca e movimento per le persone con Parkinson e difficoltà motorie.
La serata proporrà anche due prime nazionali: gli spettacoli “Gravitas” della compagnia israeliana Ofir Yudilevich e “Alien Express” della compagnia slovena Flota.
Mercoledì 26 gran finale con la “Bassano City of Jazz - Suoni nella Città”, sempre per la produzione di Operaestate Festival. 38 musicisti in dieci formazioni, dal trio al quintetto, daranno vita ad inediti incroci di armonie tra jazz standard e improvvisazioni.
“Bassano Sotto le Stelle” sarà tutto questo. Una manifestazione a cui le adesioni di hashtag, di esercizi commerciali e di pubblico non mancheranno di certo.

Libertà è Parola

Libertà è Parola - Intervista ad Angelica Bizzotto

Stasera raccontiamo la storia di questa giovane bassanese con un’enorme passione per il cinema che l’ha portata a studiare alla University of...

Più visti