Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 01-08-2012 21:19
in Attualità | Visto 3.547 volte
 

Il Bitonci furioso

Il deputato leghista ed ex sindaco di Cittadella insorge contro il parere del Senato che accorpa la sezione distaccata di Cittadella al tribunale di Bassano. E ottiene che dal parere della Camera il nome di Cittadella venga tolto

Il Bitonci furioso

L'on. Massimo Bitonci: "Non sono stati coinvolti i territori, come è già accaduto per la pseudo-provincia di Bassano" (foto: archivio Bassanonet)

Il cellulare squilla poco prima delle otto di sera e dall'altro capo c'è l'onorevole Massimo Bitonci, deputato della Lega Nord ed ex sindaco di Cittadella.
Bitonci sa che la nostra redazione sta seguendo da vicino tutta la vicenda del Tribunale di Bassano del Grappa e prende immediatamente di petto la questione, dopo il parere sul Decreto del governo espresso ieri dalla Commissione Giustizia del Senato, nel cui testo si prevede il mantenimento del Tribunale bassanese “che accorpa la sezione distaccata di Cittadella per una popolazione di 372.224 abitanti, riducendo nel contempo la popolazione del circondario di Padova che è di oltre 900.000 abitanti”.
Apriti cielo. “A Cittadella non interessa un c... del Tribunale di Bassano” ci dice testualmente l'onorevole, particolarmente alterato per il “colpo gobbo” dei colleghi senatori.
“Su queste cose bisogna far partecipare i territori, bisogna interpellarli - aggiunge l'ex sindaco -. L'errore di questo salvataggio non ancora ottenuto è quello di non sentire i territori, come è già accaduto per la pseudo-provincia di Bassano. A Cittadella il parere degli avvocati è contrario, vogliono restare con Padova. I politici o politicanti interessati alla questione devono coinvolgere i territori, e quindi il sindaco di Cittadella Pan e il consiglio comunale.”
Oggi Bitonci è passato dalle parole ai fatti, ottenendo che nel parere della Commissione Giustizia della Camera il nome di Cittadella venisse tolto.
Il testo originario del documento scriveva infatti: “E' il caso (...) del tribunale di Bassano del Grappa, costituito da una superficie di 3500 mq, per il quale l’erario ha speso 12. milioni di euro destinati al completamento della città della giustizia. In tal caso si potrebbe procedere anche all’accorpamento di territori limitrofi omogenei, quale, ad esempio, Cittadella”.
Dopo la modifica richiesta dalla Lega, la frase definitiva inserita nel parere è la seguente: “E' il caso (...) del tribunale di Bassano del Grappa, costituito da una superficie di 3500 mq, per il quale l’erario ha speso 12. milioni di euro destinati al completamento della città della giustizia. In tal caso si potrebbe procedere anche all’accorpamento di territori limitrofi omogenei.”
“Ho mal digerito - sbotta il deputato del Carroccio - la manovra surrettizia al Senato che ha imposto l'accorpamento di Cittadella a Bassano.”
“Adesso - conclude Bitonci - ci sono due pareri difformi, e questo creerà problemi.”