Pubblicità

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 19-06-2012 17:20
in Attualità | Visto 3.924 volte

Tutte le strade portano a Cassola

Il sindaco Pasinato partecipa a Venezia alla Conferenza dei Servizi sulla “circonvallazione San Zeno-San Giuseppe” (Variante SS 47) e incontra i tecnici della Regione per visionare lo studio di impatto ambientale della Nuova Valsugana

Tutte le strade portano a Cassola

Foto Alessandro Tich

Il Comune di Cassola, tramite il suo Ufficio Stampa, ha trasmesso in redazione il comunicato che riportiamo di seguito:

COMUNICATO STAMPA

VARIANTE ALLA SS.47

Importante trasferta a Venezia per il sindaco di Cassola, Silvia Pasinato, che, nella giornata di lunedì 18 giugno, nella sede locale del Ministero delle Infrastrutture- Magistrato alle Acque, ha preso parte alla Conferenza dei Servizi indetta per approvare il progetto definitivo della “Variante alla Ss 47 - opere di connessione alla Variante di Bassano del Grappa”, meglio conosciuta come Circonvallazione di San Zeno-San Giuseppe.
“La convocazione della Conferenza dei Servizi - spiega il primo cittadino - è un risultato molto importante perché, dopo questo fondamentale passaggio, l’unico scoglio al progetto ora, da punto di vista amministrativo e burocratico, resta l’approvazione in via definitiva da parte del Consiglio di amministrazione dell’Anas”.
La Conferenza dei Servizi, lo scorso lunedì, ha visto tutti gli enti coinvolti proporre le proprie osservazioni. Per il Comune di Cassola, il sindaco Pasinato, a nome del consiglio comunale ha presentato le osservazioni avanzate dal Comune, chiedendo una valutazione tecnica di tutte le osservazioni presentate anche dai privati.
“In particolar modo - continua Silvia Pasinato - abbiamo chiesto che l’opera in questione venga inserita nel redigendo contratto di programma in fase si stesura tra l’Anas e il Ministero delle Infrastrutture. Attualmente, quest’osservazione è in fase di valutazione e ci attendiamo riscontri positivi anche da questo punto di vista”. Intanto, fa sapere il primo cittadino “abbiamo ragionato con l’Anas su una possibile soluzione per il finanziamento del progetto, al fine di arrivare a realizzare in tempi brevi buona parte dell’opera”.
La “Circonvallazione di San Giuseppe-San Zeno”, lo ricordiamo, collegherà via Nardi (zona est del bassanese) con via Valsugana all’altezza del centro commerciale Il Grifone (zona ovest del territorio di Cassola).
Si tratta di un’opera che, di fatto, permetterà di eliminare dai centri abitati e di convogliare sulla variante in questione tutto il traffico che oggi grava sulla direttrice est-ovest del comprensorio bassanese, ovvero quello che attraversa viale Venezia, via Ca’ Baroncello, il centro di San Zeno, il centro di San Giuseppe, via Gaidon e tutta la parte ad est di Bassano.
“Ora - ricorda il sindaco Pasinato - la fase dell’istruttoria definitiva spetterà all’Anas di Roma. E già questa settimana mi recherò negli uffici del gestore della rete stradale italiana per vedere le prescrizioni che abbiamo posto e tutte le soluzioni tecniche che, proprio in merito a queste prescrizioni, potremmo ottenere”
Il costo del progetto si aggira sui 40 milioni di euro. “Ad oggi, con i tempi che corrono, portare a casa anche il risultato di un pre-finanziamento - commenta il primo cittadino - è già un successo. non solo per Cassola ma per tutto il bassanese”.
L’incontro di lunedì a Venezia ha consentito al sindaco di Cassola di fare il punto anche sul progetto della Nuova Valsugana.
“Ho avuto modo - spiega - di incontrare i tecnici della Regione e il promotore della proposta di project per visionare una prima bozza, ancora in fase di redazione, dello studio di impatto ambientale della nuova infrastruttura. Da questo primo studio, ancora in itinere, ho potuto verificare che la soluzione proposta da Cassola e già recepita dalla Regione, che chiede di stralciare il tratto di Nuova Valsugana che inizialmente divideva in due il territorio del nostro comune, veicolando invece il traffico attraverso la Superstrada Pedemontana Veneta è stata accolta. Un primo risultato, questo, importantissimo per il nostro territorio”.
“Ora - continua il sindaco Pasinato - restano ancora da verificare alcuni dettagli, in particolare lo svincolo di collegamento tra la Pedemontana Veneta e la Valsugana sito a San Zeno e ancora in fase di sviluppo”. “Per ora però - conclude Silvia Pasinato - possiamo già dirci soddisfatti: l’accettazione della soluzione proposta dal Comune, che permetterà di non distruggere il centro di Cassola, ci fa tirare un sospiro di sollievo”.

(Comunicato redatto e trasmesso dall'Ufficio Stampa del Comune di Cassola)

Pubblicità

Opera EstateMostra

Ultimora

Più visti