Pubblicato il 08-03-2017 17:58
in Cose in Comune | Visto 1.770 volte

M'illumino di meglio

Cassola sotto nuova luce: al via un piano per la riqualificazione di tutta la rete dell'illuminazione pubblica comunale. Un'operazione del valore di circa 3 milioni di euro

M'illumino di meglio

La conferenza stampa di presentazione dell'intervento

Illuminare meglio, riducendo i consumi e spendendo meno. Questo l'obiettivo del grande intervento per il rinnovo e il potenziamento di tutta la rete dell'illuminazione pubblica comunale avviato in queste settimane a Cassola.
Un'operazione del valore di circa 3 milioni che verrà portata avanti grazie ad una partnership con il Consorzio Stabile Energie Locali s.c.ar.l - azienda specializzata nel settore dell’illuminotecnica - e che, nel giro di un paio d'anni, assicurerà l'ammodernamento di tutti gli impianti e la sostituzione con luci a led della maggior parte delle lampade presenti all'interno del territorio comunale.
“In questo modo - sottolinea il sindaco Aldo Maroso - non solo daremo ai cittadini un'illuminazione più capillare e più efficiente, ma abbatteremo anche i consumi energetici e i costi per le manutenzioni.”
Basti pensare che sino al 2016 la municipalità spendeva, per bollette e riparazioni, circa 280 mila euro l'anno, pur senza sfruttare al massimo la rete. Rete che da tempo non veniva ammodernata e che oggi non è quindi in grado di offrire prestazioni ottimali, tanto che, per contenere gli importi delle fatture, dopo la mezzanotte lungo molte vie si è ancora costretti a tenere acceso solo un lampione su due. “L'efficientamento - rimarca il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Manuela Bertoncello - si basa sulle linee guida del Pcil (Piano comunale illuminazione pubblica), messo a punto nel 2015 dall'Amministrazione, e ci consentirà di ridurre i consumi sino al 60 per cento, ci assicurerà una più agevole gestione della rete e riqualificherà l'intero parco illuminante comunale, a tutto vantaggio della sicurezza dei cittadini.” 

L'operazione si è resa possibile grazie ad una convenzione con Consorzio Stabile Energie Locali s.c.ar.l che rientra nell'ambito di una specifica procedura introdotta dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per permettere alle pubbliche amministrazioni di garantire i servizi essenziali sul territorio. Ad eseguire i lavori e ad anticipare la spesa sarà quindi proprio il privato, che ha già dato il via alle attività e agli studi preliminari, in collaborazione con il progettista Manolo Destro.
“Dal primo gennaio 2017 - spiega il responsabile di commessa Nicola De Giusti, tecnico del Consorzio - abbiamo preso in gestione tutta la rete cassolese per i prossimi nove anni, impegnandoci a tenere in efficienza gli impianti, sostituendo o mettendo a norma gradualmente i punti luce, e accendendo progressivamente tutti i lampioni.”
Il Comune quindi, a fronte di un canone annuale invariato rispetto allo storico di spesa precedente, vedrà entro breve tempo rinnovato l’intero impianto di illuminazione pubblica, mentre il privato godrà, a titolo di ristoro per l’esborso anticipato, del risparmio di spesa derivante dalla diminuzione dei costi energetici per il tempo del contratto”.
“La municipalità - precisa il primo cittadino - metterà poi sul piatto altri 400 mila euro: un ulteriore investimento che verrà diluito per la durata del contratto, sotto forma di extra canone. Questa cifra aggiuntiva verrà utilizzata dal Consorzio in parte per il rinnovo di pali, quadri e cavidotti e in parte (160 mila euro) per la sostituzione di altre 400 lampade. In questo modo l'ente potrà godere del risparmio garantito dalla maggior efficienza di questi punti luce già a partire dal secondo anno di esercizio.”
Complessivamente, a fine intervento, saranno state cambiate con luci a led 2500 lampade sulle circa 2800 esistenti. Verranno inoltre installati degli orologi astronomici per il regolamento automatico delle accensioni e degli spegnimenti e, laddove necessario, saranno implementati e sostituiti i pali e i quadri.
Attualmente le attività sono ancora nella fase sperimentale e di studio. Il via ufficiale ai lavori è previsto per la tarda primavera. Prima dell'inverno si concluderà la tranche relativa all'efficientamento ed entro il primo semestre del secondo anno di gestione l'intera operazione sarà portata a termine.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti