Pubblicità

Pubblicato il 30-05-2021 20:04
in Calcio | Visto 2.166 volte

Reazione vincente!

Tre punti per issarsi a tre punti dalla vetta. Con sei punti in palio che renderanno le ultime due partite da seguire con gli occhi puntati sul rettangolo verde, anche perché finalmente si dovrebbe poter entrare allo stadio.

Reazione vincente!

Il prossimo match si giocherà domenica 6 giusgno ore 16:30 al Mercante contro l'Arcella

Adesso non è tempo di lasciarsi andare ai rimpianti e nemmeno quello di fare bilanci anche se purtroppo le prime quattro partite hanno messo in faticosa salita il percorso giallorosso. Il bello è che finalmente possiamo scrivere di una squadra che rispetta il suo blasone, vincere non è facile tanto meno obbligatorio per nessuno. Essere protagonisti, a queste latitudini e si ti chiami Bassano invece si. E i ragazzi di Checco Maino, più con il carattere che con la qualità al momento, sono rimasti aggrappati alla balaustra della nave nel mare in tempesta ed ora proveranno a cavalcare le onde. In soldoni bisogna provare a mettere in cascina sei punti e poi stare a guardare.

Il primo tempo del match col Valgatara è piuttosto contratto. I padroni di casa mettono in mostra una più spiccata identità di gioco mentre i giallorossi del Grappa approcciano la gara con una spiccata ferocia. Non è facile giocare contro la formazione veronese, non a caso prima in classifica prima di questo confronto, c’è da soffrire e si soffre. Ma è la ripresa a regalare le emozioni migliori, compresi tutti i gol. Il Bassano la sblocca, subisce in maniera molto sciocca il pareggio e poi dilaga. Il tutto per dare un senso compiuto alla sua stagione. Il grande protagonista è Giovanni Guccione autore addirittura di una tripletta ma è tutta la squadra meritevole di lode nel momento in cui, nonostante tutto, non è implosa bensì ha saputo reagire. Al 12’ infatti il Bassano passa grazie a Giovanni Guccione. Il centravanti è abile a liberarsi del marcatore e a calciare forte in porta mentre è fortunato nel trovare una deviazione vincente. Il vantaggio dura pochissimo perché il Valgatara reagisce immediatamente. Incredibilmente però il gol non arriva a seguito di un’azione manovrata al 14’ che poteva meritare maggior fortuna, ma a causa di una sbadataggine. I giocatori in maglia verde conquistano una punizione sulla trequarti e mentre i giallorossi vanno schierandosi la punizione viene calciata liberando un giocatore davanti a Gottin, impossibilitato a deviare un preciso colpo di testa. Mal che si vuole non duole invece duole ugualmente tantissimo. I giallorossi però non subiscono il colpo. Grazie anche alle sostituzioni decise da Maino il Bassano rialza la testa e trova il nuovo vantaggio ancora con Guccione. Un bel traversone dalla sinistra viene addomesticato da Bounafaa, assistenza precisa per Guccione che da ottima posizione non si fa pregare. Due a uno per i giallorossi. Al 32’ il centravanti sigla addirittura sigla la sua personalissima tripletta, stavolta su calcio di rigore conquistato con una certa malizia da Bounafaa. Al 44’ al termine di un bel contropiede arriva il quarto gol messo a referto da Gusella, assistito dal man of the match Guccione.

    Pubblicità

    Mostra

    Più visti