Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 23-02-2010 01:34
in Attualità | Visto 2.380 volte

I 30 anni del Gruppo Ristoratori, guardando al futuro

Festa conviviale in città per il trentennale di fondazione. Innumerevoli le iniziative promosse in tre decenni di attività

I 30 anni del Gruppo Ristoratori, guardando al futuro

Festeggiati al "Belvedere" i 30 anni del Gruppo Ristoratori Bassanesi

Per una volta tanto hanno messo i piedi sotto la tavola: loro che, per mestiere, sono abituati invece a girare tra i fornelli in cucina e tra i commensali in sala per servire pietanze e specialità di ogni tipo.
Il Gruppo Ristoratori Bassanesi si è dato appuntamento al Ristorante Belvedere a Bassano - assieme ad altri colleghi, esponenti delle categorie economiche e autorità - per festeggiare il trentennale di fondazione.
L'agguerrito sodalizio, aderente all'Unione del Commercio, fu istituito infatti nell'ormai lontano 1980: con i quattro padri fondatori - i gestori dei ristoranti “Al Camin”, “Bauto”, “Al Ponte” e “Ca'Rezzonico” - che diedero il via alla lungimirante avventura animati dall'idea di proporre qualcosa di assolutamente nuovo nel panorama gastronomico locale, decidendo di comune accordo di avviare una rassegna enogastronomica dedicata all'asparago bianco, prodotto principe della nostra terra.
Nascevano così gli “Incontri a tavola con l'asparago e la ceramica”, successivamente denominati “A tavola con l'asparago bianco di Bassano”: appuntamento che ancora oggi, dopo tanti anni, rappresenta il fiore all'occhiello delle manifestazioni promosse dal Gruppo per la valorizzazione dei prodotti tipici del nostro territorio.
Innumerevoli le iniziative promosse, in tre decenni di attività, dagli intraprendenti chef di casa nostra. Da ricordare - fra le tante - lo storico buffet per i campionati mondiali di ciclismo del 1985, le frequenti ospitate nelle trasmissioni televisive di Rai 1 e Rai 2 dedicate alla cucina, la trasferta in Belgio per la “sfida” gastronomica tra l'asparago di Bassano e quello delle Fiandre, le performances culinarie alla Terrazza Martini di Milano e a Villa Gioisa sul Lago Maggiore, le periodiche cene di gala di beneficenza sul Ponte degli Alpini, le “Cene di Natale” offerte agli ospiti della Casa di Riposo di Bassano in collaborazione con il Lions Club.
E poi ancora libri, pubblicazioni e nuove ricette: tutte all'insegna della promozione dei più tipici prodotti gastronomici della tradizione bassanese e pedemontana.
L'ultimo exploit del Gruppo, in ordine di tempo, è stato l'invito l'anno scorso a Bassano dell'ing. Barry G. Goldstein - responsabile del progetto “Phoenix Mars Lander” della NASA - che ha abbinato l'immagine dell'asparago bassanese alle nuove frontiere della ricerca spaziale.
Insomma: una ne fanno e cento ne cuociono. E altre iniziative bollono in pentola. Perché, nonostante i 30 anni alle spalle, il Gruppo Ristoratori - come conferma il suo attuale presidente Sergio Dussin - pensa al futuro. Per continuare a promuovere l'immagine gastronomica della nostra terra e garantire un lavoro ai giovani che si affacciano a questo settore, nonostante i tempi di difficoltà.
“E' un gruppo collaudato - ha affermato Flavio Baggio, presentatore dell'incontro del trentennale - con persone unite da una forte sinergia e amicizia, seppure concorrenti fra di loro.” Coi tempi che corrono, è una dote davvero rara.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti