Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 10-03-2018 15:58
in Attualità | Visto 1.756 volte
 

Tour sulla tura

Sopralluogo conoscitivo questa mattina dei presidenti dei consigli di quartiere di Bassano del Grappa ai cantieri del Ponte degli Alpini e del Polo Museale Santa Chiara

Tour sulla tura

Presidenti dei quartieri: All Together Now sotto il Ponte

Tutti insieme appassionatamente, rigorosamente in gruppo, come una scolaresca in visita alle rovine di Pompei. Questa mattina i presidenti dei consigli di quartiere di Bassano del Grappa, capitanati dalla presidente del coordinamento dei quartieri Lucia Fincato, hanno compiuto un sopralluogo conoscitivo nei due principali cantieri pubblici della città: il Ponte degli Alpini e il Polo Museale Santa Chiara.
L'idea è stata lanciata nell'ultima riunione del coordinamento, alla presenza del vicesindaco e assessore alla Cura urbana Roberto Campagnolo che ha prontamente raccolto la richiesta dei rappresentanti del “resto della città” di poter osservare e conoscere da vicino la situazione dei due rilevanti interventi in centro storico.
Caschetto in testa e scarpe più o meno antinfortunistiche ai piedi (e con tanto di firma di liberatoria per escludere l'ente pubblico da responsabilità in caso di inconvenienti provocati dalla mancata osservanza delle regole di sicurezza), 20 rappresentanti dei quartieri su 22 si sono così addentrati nelle due aree di lavoro, entrambe affidate alla Vardanega Costruzioni. Ad accompagnarli in questo speciale tour sulla tura, da una parte, e sotto la gru dall'altra, è stato lo stesso vicesindaco, affiancato nel cantiere del Ponte dall'ing. Gianmaria De Stavola, consulente del Comune incaricato del supporto tecnico al R.U.P. (Responsabile Unico del Procedimento).
“Il vicensindaco ha studiato la storia, dall'epoca dei primi ponti allo stato attuale - riferisce la coordinatrice dei quartieri Lucia Fincato in merito alla visita sotto il Ponte -. Ci ha spiegato che ogni intervento di restauro è stato migliorativo rispetto a quello precedente e che anche l'intervento attuale è migliorativo rispetto a prima.” “Abbiamo fatto molte domande - aggiunge la referente del gruppo - e l'ingegner De Stavola ci ha dato delle puntuali risposte su varie questioni tecniche e sul perché delle scelte.”
La delegazione dei quartieri, immancabilmente armata di telefonini, ha scattato numerose foto a testimonianza dello stato precario (usiamo un eufemismo) in cui versano le fondamenta e gli elementi inferiori del manufatto già palladiano.
“Siamo rimasti stupiti - dichiarano Lucia Fincato ed altri partecipanti - a vedere in che condizioni si trova la base del Ponte. Anche una foto o una ripresa non può dare l'idea di quello che si può osservare ad occhio nudo. Viene da chiedersi come tutto il resto sopra sia ancora là.”
Il sopralluogo è quindi proseguito nel grande catino del Polo Santa Chiara, dove attualmente è in fase di realizzazione il piano interrato del primo stralcio e nel quale l'impressione generale riferita dagli intervenuti è stata quella di “un gran lavoro di contenimento dell'esistente”.
“Abbiamo accolto la richiesta del coordinamento dei quartieri - conferma The Vice Roberto Campagnolo -. Dal mio punto di vista il feedback dell'incontro è stato molto positivo. I presidenti dei quartieri sono stati contenti di vedere e toccare con mano alcune cose. Sono cose che si leggono, ma che finché non le vedi fai fatica a comprendere.”
Quartiere in cantiere: missione compiuta.

Più visti