Canova
Canova

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Politica

Faccio sport

Il PD di Bassano spara a zero sulle “deficienze” dell’assessorato comunale allo Sport. L’ex consigliere Alessandro Faccio: “Sostegni insufficienti alle società sportive e mancanza di programmazione seria”

Pubblicato il 26-01-2022
Visto 10.295 volte

Canova

Stravolgiamo il motto di de Coubertin: l’importante non è vincere, ma polemizzare.
Inevitabile, se dall’arena dello sport si passa a quella della politica. E la polemica politica di turno riguarda proprio lo sport. Anzi: la gestione del competente assessorato comunale di Bassano, retto dall’assessore Mariano Scotton, nei confronti delle società sportive cittadine, costrette da due anni ad una sfiancante corsa a ostacoli imposta dalla pandemia.
Sulla questione interviene, con una nota stampa trasmessa oggi alle redazioni, il Circolo di Bassano del Grappa del Partito Democratico. I “fucili” Dem sono puntati, in questo caso, sulle destinazioni d’uso delle risorse comunali in materia di sport e su quella che gli esponenti del partito di opposizione descrivono come la propensione dell’attuale amministrazione a considerare lo sport uno strumento per “fare passerella” nei grandi eventi, invece di dare priorità ad una “seria programmazione” per venire incontro alle esigenze delle “tante realtà sportive cittadine in sofferenza”.

L'ex consigliere comunale del PD Alessandro Faccio

Nell’occasione assistiamo anche alla rentrée nell’agone politico cittadino di Alessandro Faccio, componente del direttivo del PD di Bassano e consigliere comunale con delega allo Sport durante il mandato dell’amministrazione Poletto.
A lui vengono affidate le dichiarazioni sull’argomento, oltre a quelle del segretario cittadino del PD Luigi Tasca, come dal comunicato stampa che segue:

COMUNICATO

Ascoltiamo da mesi segnalazioni dalle numerose società sportive bassanesi: la pandemia ha penalizzato fortemente le attività che si svolgono al chiuso, facendo registrare un drastico calo delle iscrizioni e una conseguente diminuzione degli introiti. Alle chiusure forzate dalla pandemia degli ultimi due anni si aggiunge l'onda lunga del caro bollette, un’ulteriore e grave problematica che ha trasformato la segnalazione in un grido di dolore.
Per quanto riguarda la ripartenza, la pandemia ha gioco forza premiato le attività all'aperto che hanno infatti registrato un aumento delle iscrizioni, penalizzando però le attività che si svolgono al chiuso.
Nel 2020 il comune di Bassano ha messo a disposizione alcuni fondi per ovviare alle due problematiche, fondi evidentemente insufficienti
“A questo punto nascono però delle domande rispetto a quanto sta facendo l'amministrazione Pavan in tema di sostegno alle società sportive bassanesi.” - interviene Alessandro Faccio, componente del direttivo del PD di Bassano e consigliere comunale con delega allo Sport nella scorsa amministrazione, che prosegue: “Quali sono stati i benefici per le famiglie bassanesi prodotti dallo stanziamento di 90.000€ per l'organizzazione della 17ª tappa del Giro d’Italia? Quante bollette avremmo potuto pagare, quante manifestazioni avremmo potuto promuovere, quante famiglie avremmo potuto aiutare?”.
Ma non risiedono solamente nella scarsità di elargizioni di denaro le deficienze dell’assessorato allo sport: “Avviando un tavolo di confronto con le amministrazioni limitrofe a Bassano” - continua Faccio - “Si sarebbe potuta attuare una pianificazione condivisa degli spazi a disposizione rispetto alle discipline sportive da praticare, permettendo la pratica di attività indoor garantendo sicurezza e distanziamento. A questo scopo si sarebbe potuto utilizzare ed ampliare uno strumento validissimo come La “Consulta dello Sport”, organo che raccoglie le varie anime che muovono lo sport bassanese. La consulta si sarebbe dovuta costituire ad inizio mandato amministrativo, a Giugno 2019, ma finora è stata convocata una sola volta, senza avviare una programmazione seria.”
“L’amministrazione Pavan evidentemente considera lo sport come una passerella da utilizzare per farsi belli nelle occasioni di gala.” - conclude Luigi Tasca, Segretario cittadino del Partito Democratico - “Abbiamo visto l’assessore Scotton più impegnato a fare l’assessore al Ponte che essere preoccupato per la situazione delle tante realtà sportive cittadine in sofferenza, abbiamo visto il consigliere leghista con delega allo Sport Vidale fare passerella con il Giro d'Italia e poi sparire, come se per lui l'attività sportiva sia solo una questione di professionismo, sponsor e grandi eventi.”
“Come Partito Democratico” - chiude Tasca - “siamo convinti che lo sport vada sostenuto tutto, soprattutto l’attività di base, quella che coinvolge i giovani. In un momento storico come questo, con i rapporti sociali ridotti al minimo dobbiamo mettere in campo tutti gli sforzi possibili per garantire la sicurezza e la tranquillità di tutte le attività sportive.”

Più visti

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 12.094 volte

2

Attualità

21-11-2022

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Visto 7.070 volte

3

Attualità

23-11-2022

Pantani in pista

Visto 6.372 volte

4

Attualità

24-11-2022

Born To Be Wild

Visto 6.371 volte

5

Musica

24-11-2022

Flaviada con Paolo Conte

Visto 3.359 volte

6

Lavoro

26-11-2022

È sparito il potere d’acquisto

Visto 1.949 volte

7

Lavoro

21-11-2022

E i salari?

Visto 200 volte

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 12.094 volte

2

Attualità

15-11-2022

L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

Visto 8.387 volte

3

Politica

11-11-2022

Ho visto cose

Visto 8.124 volte

4

Politica

09-11-2022

Una Giada in Museo

Visto 7.564 volte

5

Attualità

12-11-2022

Abbey Road

Visto 7.533 volte

6

Attualità

29-10-2022

O mia cara finestra

Visto 7.393 volte

7

Cronaca

14-11-2022

La febbre del sabato sera

Visto 7.352 volte

8

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.278 volte

9

Politica

19-11-2022

Park Condicio

Visto 7.276 volte

10

Attualità

21-11-2022

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Visto 7.070 volte