Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 17-11-2020 19:28
in Politica | Visto 1.639 volte

Il Riccio nell'occhio

Gerin (Lega) attacca Riccio del PD: “Dispiace osservare che la classe politica che ha perso le elezioni si faccia rappresentare da chi spia la politica dal buco della serratura”

Il Riccio nell'occhio

Il capogruppo della Lega Roberto Gerin (fonte immagine: Facebook/Roberto Gerin)

In merito al comunicato stampa del Partito Democratico di Bassano, con le dichiarazioni del responsabile comunicazione del PD cittadino Domenico Riccio, di cui al nostro articolo precedente intitolato “Il Triangolo”, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa, trasmesso in redazione dal segretario bassanese e capogruppo della Lega in consiglio comunale Roberto Gerin:

COMUNICATO STAMPA

Gerin: “Riccio parla male e pensa male. Bassano merita di meglio”

“Le parole di Domenico Riccio pubblicate sulla stampa di oggi sono un pessimo spettacolo per il lettore, tanto quanto per il dibattito politico della città di Bassano, perchè pregiudicano il livello del confronto tra maggioranza ed opposizione.
E allora assistiamo ancora una volta al solito copione di un Centrosinistra che non riesce ad elaborare il lutto della sconfitta, un Centrosinistra che non trova spazio nelle manovre di corridoio - come a Roma - che gli consentono di governare inspiegabilmente il Paese facendo accordi con chiunque. Solo che a Bassano non ce l’ha fatta, qui a Bassano il voto della città è stato chiaro, senza possibilità di appello - dichiara il capogruppo della Lega Gerin - Le parole sono importanti, e chi parla male pensa male”, diceva Nanni Moretti in una memorabile scena di Palombella Rossa, un cult della Sinistra in crisi che Riccio dovrebbe conoscere bene. Riccio, appunto, parla male e pensa male.”
“Lo dicono le parole usate nei riguardi del Sindaco e dei suoi collaboratori che esprimono un pregiudizio che non ha nulla di nobile. Solo insinuazioni, attacchi ingiustificati ed un tatticismo da dilettanti che trasforma un avvicendamento in Giunta in un presunto scontro di potere. Il problema è che la Lega in Comune di Bassano non ha messo in atto giochi di potere, quello è uno schema che nelle amministrazioni precedenti sono state messe in campo dai compagni di viaggio di Riccio e che sono estranee al nostro stile amministrativo.”
“Dispiace osservare che la classe politica che ha perso le elezioni si faccia rappresentare da chi spia la politica dal buco della serratura anzichè esserne protagonista. Il gusto voyeristico con cui Riccio descrive, anzi manipola, ciò che è avvenuto in questo anno e mezzo di mandato e la traduce a beneficio di se stesso, si commenta da solo. E questo, dalle nostre parti, significa perdere una buona occasione per un confronto sul progetto di città, mentre questo PD ci fa perdere tempo per replicare a volgarità che vengono messe nero su bianco.”
“Non staremo qui a replicare punto per punto alle accuse del dem di turno - conclude Gerin - perchè quel tipo di dibattito può funzionare in certi talk show di quart’ordine e Bassano si merita di meglio. In tutte le democrazie evolute del mondo chi governa con il voto popolare, e non con le alchimie di Palazzo, si sceglie le migliori intelligenze per concretizzare quanto è scritto nei programmi elettorali, e una città si cambia con le idee, i progetti e con le persone che li rendono possibili”.
“Per quanto attiene alle assunzioni del personale dipendente, l’unica precisazione degna di nota è che il Comune di Bassano vede prospettarsi un importante turnover di personale a causa dei pensionamenti. Al momento sono state scorse tutte le graduatorie del Comune di Bassano (con alcune assunzioni ed alcune rinunce), conseguentemente per contenere i costi dei concorsi e velocizzare l’iter si è proceduto alla richiesta delle graduatorie dei Comuni limitrofi per coprire diverse posizioni. Questo procedimento, che viene utilizzato da tutte le Amministrazioni Pubbliche e che è anche stato caldeggiato dal Ministro per la Pubblica Amministrazione anche nei giorni scorsi (considerato che con l’emergenza Covid19 sono sospese le prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private, rinviando pertanto a data da destinarsi post emergenza l’espletamento dei con- corsi ordinari), ha permesso al Comune di Bassano di attingere a diverse graduatorie nel passato e di poter vedere far ingresso nel personale dipendente di 4 diverse figure solo nel 2020.
Dipendenti questi, si ricorda, che hanno tutti precedentemente sostenuto e superato un concorso presso una Amministrazione dello Stato. Si respinge fermamente al mittente ogni illazione tanto diffamatoria quanto infondata su metodi di lavoro asseritamente poco legali o poco trasparenti utilizzati dall’amministrazione comunale. Con espressa riserva di far valere le nostre ragioni nelle opportune sedi”.

LIBERTÀ È PAROLA #LIVE: “VIAGGIO AL CENTRO DEL PARLAMENTO” - Ospite: Vittoria Gheno

Seconda puntata di #libertàèparolalive. Direttamente da #Roma, questa settimana torna a trovarci Vittoria Gheno, la nostra giovane concittadina,...

Più visti