Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 03-11-2017 14:00
in Attualità | Visto 3442 volte
 

Striscia la Notizia

“New entry” nella segnaletica orizzontale a Bassano: arrivano le mezze strisce pedonali. Succede in via Roma, davanti all'ingresso di un negozio, e vi spiego il perché

Striscia la Notizia

Foto Alessandro Tich

Se Roy Batty, il replicante del primo “Blade Runner” interpretato da Rutger Hauer, fosse passato negli anni per Bassano del Grappa, avrebbe visto cose che noi umani non potremmo immaginarci. E se siete nostri fedeli lettori, sapete bene che non esagero. L'ultima della serie, fresca fresca di ieri pomeriggio, è una “new entry” della segnaletica orizzontale in città, come testimonia la nostra foto in stile “Abbey Road”: le mezze strisce pedonali. Nel senso che le zebre nuove di zecca occupano sono una parte della carreggiata, per poi interrompersi a metà strada, senza continuazione e senza un apparente perché. Accade in via Roma, all'altezza del negozio Plastigomma, storica bottega di articoli di plastica, gommapiuma e affini.
L'immagine è alquanto insolita e suscita inevitabilmente commenti e perplessità tra i passanti. A cosa mai serviranno delle mezze strisce pedonali in una via che “di fatto” è già pedonalizzata anche se “ufficialmente” non lo è? E per di più in corrispondenza di uno stallo per il parcheggio delle biciclette che impedisce il passaggio delle automobili?
La bizzarra novità si aggiunge ai vari elementi che rendono lo slargo della via - dove ancora si può parcheggiare per 15 minuti e per le operazioni di carico e scarico delle merci - un modello di indefinitezza viabilistica. Simboleggiato dal display elettronico del varco della Ztl, fuori uso e mai più ripristinato da tempo immemore.
Quello che salta all'occhio, delle nuove zebre a mezzo servizio, è che finiscono dritte dritte sull'ingresso del negozio Plastigomma. E, come scopro, la cosa non è casuale.
Si tratta infatti della soluzione adottata dal Comune di Bassano per risolvere il problema evidenziato da tempo dal titolare dal negozio Ruggero Peretto: e cioè il parcheggio selvaggio davanti alla porta dell'esercizio commerciale.
Peretto mi mostra una cartella di documenti piena di foto di autovetture in sosta davanti al suo uscio. “Nella mia clientela ci sono molte persone anziane e persone disabili - mi spiega -. Con le auto parcheggiate fuori dalla porta avevano difficoltà ad entrare con la carrozzina. Ho più volte segnalato il problema al Comune, fatto riunioni con i commercianti. La Polizia locale mi ha detto che lo stallo per le biciclette non può essere spostato.” Finché, in giornata di ieri, è stata messa in atto l'originale soluzione.
Le mezze zebre, più che un passaggio pedonale laddove chiaramente non serve, sono infatti una sorta di “dissuasore di sosta” davanti al negozio. L'evoluzione orizzontale della fioriera. “Ho chiesto al Comune di risolvere il problema, ora posso lasciare la porta del negozio aperta - afferma il commerciante -. È un servizio per gli anziani e disabili. Diversi di loro questa mattina mi hanno già ringraziato per la novità.” Ma lo stesso Peretto aggiunge di essere oggetto di ironie da parte di altre persone: “Mi dicono che adesso faranno completare le strisce, così potrò attraversare tranquillamente la strada.”
Ma Bassano non sarebbe Bassano se anche queste apparenti quisquilie non dividessero gli animi, richiamando conseguentemente anche l'attenzione del cronista.
Per Striscia la Notizia è tutto, a voi la linea.
Robert CapaFondazione Pirani

Editoriali

Superman a Bassano

Superman a Bassano

Alessandro Tich | 57 giorni fa

Il "Tich" nervoso Il celebre supereroe avvistato in città. Scopo della missione, raddrizzare il Ponte degli Alpini. Ma l'impresa, questa volta, non gli è riuscita

Fondazione PiraniRobert Capa