Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 09-11-2012 21:07
in Attualità | Visto 2.604 volte
 

“Il carrello per scaricare le piante? Gli metta il ticket”

All'inaugurazione di una pasticceria in via Verci, un vigile impone agli addetti di spostare il carrellino dal marciapiede e di parcheggiarlo a pagamento sulle strisce blu

“Il carrello per scaricare le piante? Gli metta il ticket”

La pasticceria inaugurata (con imprevisto) in via Verci. Foto Alessandro Tich

L'episodio, riferito oggi in conferenza stampa dai vertici di Confcommercio Bassano e confermato dai diretti interessati, è curioso ma anche sintomatico di un certo eccesso di zelo che talvolta contraddistingue gli applicatori delle normative vigenti.
E' accaduto in occasione della recente inaugurazione della pasticceria “Ottocento” in via Verci a Bassano del Grappa: durante le fasi di preparazione dell'apertura ufficiale del negozio, alcuni addetti stavano allestendo delle piante ornamentali, di contorno all'evento inaugurale, scaricandole da un carrello.
E' quindi sopraggiunto un vigile, che ha intimato agli operatori di spostare il carrellino dal marciapiede in quanto occupava suolo pubblico, e di parcheggiarlo sulle strisce blu. Per evitare sanzioni, agli esterrefatti allestitori non è rimasto altro che spostare il carrello da lavoro di qualche metro, nello spazio del parcheggio a pagamento, con tanto di regolare ticket saldato al parcometro.
“E' un atteggiamento controproducente per il commercio, soprattutto in questo momento difficile - commenta Riccardo Antoniolo, titolare della pasticceria “Ottocento” e dell'omonimo ristorante -. Bisogna rispettare le regole, ma bisogna anche cercare di capire le situazioni.” Un'inaugurazione all'insegna dei dolci che si lascia dietro un bocconcino amaro.

Editoriali

La tromba del giudizio

La tromba del giudizio

Alessandro Tich | 74 giorni fa

Il "Tich" nervoso Dalla vicenda Monegato, e in prospettiva elezioni amministrative a Bassano, considerazioni a ruota libera sull'uso politico dei social