Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 13-01-2012 17:20
in Politica | Visto 2.437 volte
 

Rizzello chiama Giangregorio

Il Commissario del Circolo di Romano-Mussolente di Fli nomina Nicola Giangregorio nuovo referente del partito per Mussolente. “L'obiettivo, entro marzo, è la creazione di due Circoli distinti.” “Di polemiche non voglio sentir parlare"

Rizzello chiama Giangregorio

Il Commissario del Circolo Fli di Romano d'Ezzelino e Mussolente Salvatore Rizzello (foto Alessandro Tich)

Non sta con le mani in mano e anzi parte in quarta Salvatore Rizzello, a cui ieri il coordinamento provinciale di Futuro e Libertà per l'Italia ha affidato l'incarico di Commissario del Circolo di Romano d'Ezzelino e Mussolente di Fli, a seguito delle dimissioni dei tre “dissidenti” Gaetano Coppeta, Angelo Accalai e Giampaolo Lorenzato.
Il neo-nominato responsabile locale - che avrà l'impegnativo compito di gestire la ricostruzione del Circolo commissariato - ha nominato il nuovo referente di Fli per il Comune di Mussolente: si tratta di Nicola Giangregorio, nome noto alle cronache politiche del territorio, recentemente confluito nelle file del partito finiano dopo un'infelice esperienza con la Lega Nord.
“Nicola Giangregorio sarà il mio braccio destro - dichiara Rizzello a Bassanonet -. Fintatoché io sarò Commissario, sarà lui il responsabile delle attività del Circolo per il Comune di Mussolente. Giangregorio avrà anche il ruolo di mio “vice” nella gestione complessiva del Circolo commissariato.”
Non è casuale la nomina di un referente specifico per l'area misquilese: l'obiettivo dichiarato di Rizzello è infatti quello di gettare le basi per la creazione di due Circoli distinti del partito, uno a Romano e uno a Mussolente.
“Faremo di tutto - conferma il Commissario - per favorire la creazione di due Circoli entro la fine di febbraio, o al massimo entro marzo.”
“Il mio intendimento - conclude Rizzello - è solo uno: lavoro, lavoro e lavoro. Di polemiche non voglio sentir parlare. Voglio incontrare tutti gli iscritti, parlerò con loro uno per uno. Cerchiamo di lavorare bene, nel rispetto dei ruoli.”