Pubblicità

Pubblicato il 02-05-2011 06:51
in Mostre | Visto 4.145 volte

I Mostri del Montello

Visitabile a Oliero le domeniche da maggio a giugno una mostra fotografica dedicata alla biodiversità

I Mostri del Montello

In apertura della stagione di incontri e manifestazioni promosse dal museo di Speleologia e Carsismo Parolini e dalla Federazione Speleologica veneta, sarà visitabile a partire dal mese di maggio, in sala conferenze del museo di Oliero, la mostra fotografica I Mostri del Montello. L’esposizione ha già avuto un notevole successo in numerose manifestazioni, tra le quali i meeting speleologici nazionali di Casola, Bora 2000 e Ramalock. Nelle foto di Paolo Gasparetto, Francesco Ferrarese e Domenico Zanon, speleologi del Gruppo Naturalistico Montelliano di Nervesa della Battaglia, è presentata la biologia sotterranea vista come mito e anche come ricerca interiore. Si tratta di un modo innovativo e divertente di presentare e far conoscere le ricerche durate tanti anni da parte dei biospeleologi.
Dai mostri mitologici come il Minotauro e Cerbero, sono rivisitate le sembianze più strane degli animali che hanno ispirato il timore diffuso dello spazio ignoto. Da queste antiche iconografie parte il viaggio, non meno fantastico, in una biologia che resta per molti aspetti ancora sconosciuta, fonte di mistero e di meraviglia: un mondo popolato da alcuni animali del Montello dotati di “armi” terribili, mosse da forze invincibili, veleni letali, aspetti terrificanti, comportamenti feroci. La mostra è ospitata nella sala conferenze delle Grotte di Oliero. Ingresso libero tutte le domeniche di maggio e giugno dalle 14.30 alle 19 o in altri orari su richiesta.

Pubblicità

Mostra

Più visti