Pubblicità

Pubblicato il 04-12-2010 06:48
in Mostre | Visto 2.988 volte

La storia e l'avvenire

Sabato 4 dicembre inaugurazione della collettiva a Villa Benzi Zecchini e live al 16° Salone dei Beni Culturali e del Restauro

La storia e l'avvenire

Dal 4 dicembre le sale di Villa Benzi Zecchini a Caerano San Marco ospiteranno la mostra “La storia e l’avvenire - viaggio tra modernità e tradizione”, una collettiva d’arte contemporanea. Il titolo dell’esposizione traduce bene anche la plasticità della magnifica sede ospitante www.villabenzizecchini.it/ : Fondazione dal 1990 Villa Benzi Zecchini è stata ristrutturata come Centro Culturale del Comune di Caerano di San Marco, nel complesso costituito dalla villa, dalle ex scuderie, dai granai e dal parco circostante sono stati ricavati spazi fruibili per incontri ed esposizioni d’arte ed un teatro. “Storia ed avvenire” dunque anche come principio motore delle azioni destinate con lungimiranza ai luoghi e ai monumenti del nostro territorio. La Fondazione sarà presente sabato 4 dicembre nel LIVE del BBCC Expo di Venezia all'interno dello spazio di AIAF (Asolo International Art Film Festival) che porta all'Expo i suoi contributi sull’utilizzo di nuove tecnologie e forme di comunicazione per promuovere la cultura, gli interventi online all’indirizzo www.bbccexpo.it
Dal 4 dicembre la Villa ospita le opere di dieci gli artisti: Enrico Agosti, Francisca Blàzquez, Marisa Bonazzi, Stefania Buccio Gonzato, Lisbeth Dal Pozzo D’Annone, Luis Guerrero, Silvio Natali, Claudio Sist, Ruth Withall e Susanna Travani. Differenti tra loro per genere, provenienza e percorso artistico, i partecipanti alla collettiva attraverso le loro opere in esposizione vanno a comporre scorci di una panoramica sul mondo dell’arte contemporanea. L’esposizione indaga in particolare due elementi ricorrenti: la materia pittorica che consiste oggi in molti casi nel recupero del reale talvolta negato da molta cultura del Novecento e poi il movente specifico, che appare invece come la dimensione psicologica presente in forma più palese ed espressa nel non figurativo. La presentazione della rassegna è a cura del critico Bruno Rosada, filosofo e storico dell’ambiente culturale veneziano. Inaugurazione alle ore 18. La mostra sarà visitabile tutti i pomeriggi fino al 19 dicembre con apertura al pubblico dalle 15.30 alle 19.30.

Pubblicità

Canova

Più visti