Opera Estate
Opera Estate

Laura VicenziLaura Vicenzi
Giornalista
Bassanonet.it

Magazine

Qui e Ora

Andato in scena a Teatro Remondini, il nuovo spettacolo di Mattia Torre mostra a volo radente maschere e spettri degli Italiani di oggi

Pubblicato il 06-02-2013
Visto 1.907 volte

Opera Estate

Il “qui e ora” rappresentato sul palco racconta la fragilità della condizione umana. È una fragilità che fa ridere? Sì, è evidente, a giudicare dal volume delle risate udite in sala.
Valerio Mastandrea, con Valerio Aprea, ha portato in scena ieri e lunedì al Teatro Remondini il nuovo testo di Mattia Torre che porta questo titolo. Torre è autore fra l’altro del precedente spettacolo interpretato dall’attore romano ed è noto a giovani e meno giovani per aver firmato assieme a Vendruscolo e Ciarrapico la fortunata serie televisiva Boris.
Assistendo a Qui e Ora si sorride e si ride di gusto, si ride di noi e del nostro mondo finito a ruote all’aria, come quelle dei due scooter aggrovigliati che troneggiano sul palco, ma a tratti sale in bocca uno gusto strano, salino e amaro, che forse somiglia un po’ al segnale d’inizio di un’emorragia interna tanto temuto dai due feriti sopravissuti all’incidente che dà il via al racconto.

Mastandrea-Aurelio è uno chef quarantenne, prima dello scontro stava correndo a un appuntamento di lavoro, era atteso a una trasmissione di quelle che dilagano ovunque dedicate al culto nascente dell’impiattamento. L’altro protagonista è un suo coetaneo madre-dipendente, un uomo qualunque in difficoltà con il lavoro, con la moglie e il figlio, che ha dei problemi di espressione e di connessione, per lo shock o connaturati. I due si ritrovano feriti e storditi sull’asfalto di una strada della periferia romana, vicino al raccordo anulare, in un posto che è un non-luogo: non passa nessuno, non ci sono case intorno e loro non riescono a dare ai volontari del 118 le coordinate giuste per raggiungerli (al Pronto Soccorso rispondono al telefono dei vecchi a cui bisogna ripetere nel cornetto le cose più volte, gente “volontariamente” priva di interessamento e di memoria a breve termine).
Sulla scena incombe l’Italia: è il 2 giugno, la Festa della Repubblica, e in cielo imperano, attentando al muro del suono, le Frecce Tricolori.
Il fitto dialogo che si svolge tra i due, assieme alle chiamate fatte e ricevute dai cellulari – lo spettacolo è tutto giocato sulla parola e sulla qualità della recitazione –, denuncia un’incapacità di comunicare portata all’estremo. Aurelio e il suo compagno "sulla" strada si sfidano e palleggiano come due atleti in una partita da tennis, e sul palco tra scambi di battute e sketch divertenti salgono anche i vizi e le contraddizioni di una generazione che fa i conti con la crisi sociale e falsi miti, che abita un Paese in attesa di un Master Chef da mettere ai fornelli, che è cinicamente “qui e ora”, ma che pare condannata a non esistere se non come maschera di se stessa.
Aurelio e l'altro sono due qualunque che in realtà, al di là delle circostanze, non si incontrano né si scontrano: si riflettono come in uno specchio – e il dramma vero forse è che sembra che qui e ora nessuno possa essere per l’altro un vero sconosciuto. Tra i due ex conducenti c’è un gioco di forza tutto dialettico, spesso esilarante, a tratti malinconico – e che presto rivela tutta la sua fragilità terrena – in cui le gerarchie spesso vengono sovvertite e infine si ribaltano, nell’epilogo terminano a ruote all’aria (è d’obbligo omettere la descrizione del finale di partita in un testo come questo).
Uno spettacolo pieno di sottotracce, interpretato con maestria e molto applaudito.

Più visti

1

Cronaca

27-06-2022

Crolla la tettoia del palco, concerto di Elisa annullato

Visto 11.159 volte

2

Attualità

28-06-2022

Battaglione Sammarco

Visto 6.294 volte

3

Cronaca

27-06-2022

Concerto Elisa, ecco la nuova data

Visto 6.254 volte

4

Cronaca

27-06-2022

In punta di penna

Visto 6.220 volte

5

Attualità

29-06-2022

Campione d’Europa

Visto 6.186 volte

6

Politica

29-06-2022

El mondo roverso

Visto 6.003 volte

7

Attualità

30-06-2022

Depennato

Visto 5.887 volte

8

Attualità

30-06-2022

Bollettino di guerra

Visto 5.072 volte

9

Attualità

01-07-2022

Il Ponte dei Pugni

Visto 3.507 volte

10

Attualità

01-07-2022

110 e lode

Visto 2.936 volte

1

Cronaca

27-06-2022

Crolla la tettoia del palco, concerto di Elisa annullato

Visto 11.159 volte

2

Attualità

16-06-2022

Veni, Vini, Piwi

Visto 10.171 volte

3

Attualità

07-06-2022

Roberto bolle

Visto 9.532 volte

4

Attualità

20-06-2022

Pezzi da 60

Visto 8.153 volte

5

Attualità

14-06-2022

Superstrada Pantalon

Visto 7.722 volte

6

Attualità

11-06-2022

L’A.RI.A che tira

Visto 7.336 volte

7

Attualità

18-06-2022

Sandwich Meccanico

Visto 7.290 volte

8

Attualità

19-06-2022

Fino a esaurimento scorte

Visto 7.262 volte

9

Cronaca

15-06-2022

Notte di fuoco

Visto 7.104 volte

10

Attualità

18-06-2022

La resurrezione di San Lazzaro

Visto 7.092 volte