Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 02-10-2017 18:27
in Associazioni | Visto 1.143 volte

Educazione in terrazza

Il Comitato “Adotta un terrazzamento” si rinnova e diventa Associazione. Sempre più intensa l'attività di valorizzazione del paesaggio terrazzato della Valbrenta

Educazione in terrazza
Il Comitato “Adotta un terrazzamento” in Canale di Brenta da qualche anno opera in Valbrenta per promuovere il recupero del paesaggio terrazzato acquisendo porzioni di terreno in stato di abbandono per affidarli temporaneamente a chi si impegna a ripristinarle riportando alla luce i muri a secco.
Domenica 24 settembre Si è svolta l'assemblea annuale dei soci che ha segnato l'importante passaggio da Comitato ad Associazione a Promozione sociale.
È stato approvato il nuovo statuto da sottoporre alla Regione Veneto per l'iscrizione all'albo ed è stato eletto il nuovo direttivo.
Il nuovo presidente Cinzia Zonta e il segretario Luca Lodatti sono sempre state figure di vertice del Comitato e il vice presidente Ivan Negrello è valente docente dell'Istituto Agrario Parolini di Bassano. Il Comitato arriva da una stagione molto intensa che lo ha visto protagonista dell'accoglienza del 3° incontro mondiale del paesaggio terrazzato, dopo gli appuntamenti in Cina e in Perù, con il patrocinio dell'Università di Padova e Venezia. In seguito ha partecipato al primo concorso internazionale di costruzione del muro a secco a Terragnolo (TN) con una squadra capitanata dal maestro artigiano della pietra a secco Tommaso Saggiorato anch'esso nuovo membro del consiglio direttivo.
In questa occasione si sono poste le basi per la prima scuola nazionale della pietra a secco. Più di recente la collaborazione con l'associazione di volontariato IBO Italia ha portato a conoscere i terrazzamenti una decina di giovani provenienti da tutta Europa che hanno soggiornato a Valstagna presso privati e ad hanno potuto scoprire il fascino e l'originalità della Valbrenta.
Il nuovo corso dell'Associazione si indirizzerà verso la valorizzazione dei terreni adottati tramite la sperimentazione di colture che aprano a una filiera di produzione e trasformazione agricola e alla didattica in collaborazione con la scuola pubblica portando la cultura del paesaggio terrazzato tra i giovani, alla scoperta e alla salvaguardia del patrimonio paesaggistico locale.
L'Associazione è aperta a chiunque voglia avvicinarsi alla buona pratica del recupero della vallata ed è contattabile tramite email all'indirizzo adottaunterrazzamento@gmail.com.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti