Laura Vicenzi
bassanonet.it
Pubblicato il 29-03-2014 07:34
in Itinerari | Visto 2.790 volte
 

Marostica: progetto Città family-friendly

Presentato a Marostica Le Avventure di Okki e Scarabocchio, un libretto-invito progettato per una promozione turistica rivolta ai bambini e alle famiglie

Marostica: progetto Città <i>family-friendly</i>
È in arrivo a Marostica un nuovo strumento a misura di bambino per promuovere le bellezze della città. Si tratta di Le Avventure di Okki e Scarabocchio, un libretto di 24 pagine curato d Monica Facchini e illustrato da Elena Modena progettato col proposito di invitare le famiglie viaggiatrici a esplorare meglio il territorio circostante, a prolungare il soggiorno nella cittadina scaligera e a tornare a visitarla in occasione dei numerosi eventi che vi si organizzano.
L’autrice e curatrice del progetto è di origini friulane, gestisce un albergo di Marostica ed è guida turistica. Dai primi di aprile il libretto verrà distribuito gratuitamente ai bambini che visitano il Castello Inferiore, ai piccoli ospiti delle strutture ricettive e di ristorazione e alle famiglie clienti delle attività commerciali e artigianali che hanno aderito al progetto, sia a Marostica che nei Comuni limitrofi.
Sul sito internet www.okkiescarabocchio.it è possibile trovare tutte le attività aderenti all’iniziativa localizzate all’interno di una apposita mappa, che è uno strumento semplice e agile da consultare per chi decide di visitare la Città degli Scacchi con i bambini.
Il libretto è scritto in italiano e tradotto in inglese. La pubblicazione contiene una storia illustrata ispirata alla Partita a Scacchi con Personaggi Viventi; alcuni giochi ispirati alla città; curiosità e aneddoti sul territorio (avete mai visto“il coccodrillo di Marostica”?); una facile ricetta illustrata a base delle celebri ciliegie Igp; lo spazio per un diario di viaggio; informazioni dettagliate per visitare le principali attrattive locali. Il libro rappresenta il primo step di un progetto di promozione turistica a misura di bambini che nei prossimi mesi coinvolgerà altre località turistiche italiane, creando una rete di destinazioni family-friendly.