Pubblicità

Opera Estate Festival

Pubblicità

Opera Estate Festival

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Elezioni 2024

Tutto il mondo è Solagna

Il sindaco uscente di Solagna Stefano Bertoncello in corsa per il secondo mandato. “Scelta non scontata. Nuovi progetti e completamento del programma interrotto da Covid e alluvione, per cinque anni di amministrazione, speriamo, normale”

Pubblicato il 05-06-2024
Visto 20.869 volte

Pubblicità

Come per tutti i suoi colleghi, il suo mandato è stato sconvolto per due anni dalla pandemia.
Ma nel 2020, come se non bastasse, il suo paese è stato travolto dall’alluvione del 4 agosto, provocata da una bomba d’acqua rovinata dalla montagna, che ha costretto al lungo lavoro del ripristino degli ambienti e delle strade.
Ora Stefano Bertoncello, 61 anni, assicuratore, sindaco uscente di Solagna, ci riprova: a capo della lista civica che porta il suo nome, corre nuovamente per la carica di primo cittadino.

Stefano Bertoncello con i candidati della sua lista

Fanno parte della sua squadra di lista i candidati consiglieri Stefano Bianchin, finanziere; Giuseppe Bittante, commerciante; Stefano Boin, pensionato; Grazia Magnarello, pensionata; Daniele Andrea Nervo, educatore di comunità; Sergio Nervo, magazziniere; Maicol Scramoncin, operaio elettromeccanico; Giobatta Todesco, medico chirurgo.
Bertoncello è uno dei tre candidati sindaci di Solagna oltre a Marco Vanzo e a Laura Carraro, alla quale abbiamo già dedicato un articolo.

Stefano Bertoncello, con che spirito intraprende questa seconda avventura?
Non è stata una scelta facilissima o scontata. Ci abbiamo pensato molto e poi abbiamo capito che, un po’ per il Covid e un po’ per l’alluvione che abbiamo avuto, abbiamo perso tante possibilità. Ora vogliamo provare a fare cinque anni, speriamo, di amministrazione normale, potendo programmare e quindi concludere e definire quelle cose che sono rimaste ovviamente a metà strada. E anche con la voglia di chiudere un cerchio, abbiamo deciso di rifare la lista e di ripresentarci. Lo spirito è quindi quello di finire quanto fatto e di fare qualcosa di nuovo.

Di tutte le cose del vostro programma, quella più importante qual è, per i prossimi cinque anni per Solagna?
La cosa più importante sarà almeno iniziare con una progettazione definitiva quella che viene chiamata, forse in maniera non consona, la ciclopista. Se toccherà a noi, ovviamente, progetteremo sull’attuale sede di cui c’è già una traccia sul lungobrenta un bel sentiero ampio dove poter passeggiare e passare anche con le biciclette, ma che parta dalla zona Torre e arrivi almeno fino alla diga di Campolongo. Ci piacerebbe riuscire a creare un progetto su cui poter lavorare a stralci funzionali, in modo tale che una volta fatto un pezzo, sia completamente fruibile dalla popolazione.

Solagna è un Comune che va dal Brenta al Grappa. È molto esteso e diversificato. Con l’alluvione del 4 agosto 2020 abbiamo visto cosa vuol dire essere colpiti da un’emergenza ambientale a seguito di eventi meteorologici. Lei come si pone di fronte alla questione di tenere a bada il territorio, inteso come ambiente?
Il 4 agosto ci ha insegnato delle cose. Ci ha insegnato che la cura alle valli e al territorio deve essere una cosa primaria per tutte le amministrazioni, specialmente le nostre che insistono su questi territori. Nel nostro programma abbiamo inserito uno studio idrogeologico su tutte le valli del nostro Comune. Perché quello che è successo il 4 agosto 2020, facendo ovviamente gli scongiuri, potrebbe succedere di nuovo. E comunque nella disgrazia abbiamo avuto la possibilità di sistemare la zona. Difficilmente qui succederà quello che è successo il 4 agosto, nel senso che tutte le opere di ripristino sono state fatte a memoria di quello che era accaduto. Quindi tutta una serie di vele sulla vallata e anche in alto, che trattengono i sassi. Qualsiasi cosa succeda, qui dovrebbe arrivare solo acqua, e acqua incanalata nella valle.

Cioè come?
Perché noi, dopo quella giornata, abbiamo riaperto completamente una valle che prima era stata “intubata” negli anni ’60, ’70. Allora si facevano queste cose, per fare il giardino sopra e altre cose così: mettevi un tubetto da 80 e l’acqua passava di là. Oggi, con i colpi che arrivano adesso, quei tubi lì non servono. Noi abbiamo riaperto completamente una valle, spostato una strada e dove l’abbiamo intubata lo abbiamo fatto con tubi da 2 metri e 50 x 2: ci passa una macchina sotto. Le stesse cose andranno fatte anche sulle altre valli, se sarà possibile, ma è ovvio che lì ci vorrà una programmazione importante che non riguarderà solo il Comune, ma probabilmente bisognerà che anche la Regione e la Provincia intervengano in qualche maniera, perché poi vediamo questi problemi anche in Comuni vicini, come Marostica in questi giorni, e sono pesantissimi. Quindi non sarà una spesa che i Comuni possono affrontare da soli.

Per finire, una domanda “politica”. La sua maggioranza uscente si presenta agli elettori con due anime. La capogruppo di maggioranza uscente Laura Carraro corre per conto suo come candidato sindaco. E quindi lei cosa dice?
È andata così. Noi abbiamo lavorato cinque anni assieme e poi, per una serie di punti di vista diversi su determinati aspetti, abbiamo deciso che ognuno vada per la sua strada. Non abbiamo né litigato, né niente. La Laura è venuta anche a chiedermi se c’era la possibilità di fare qualcosa assieme, ha fatto delle richieste che il gruppo non ha accettato e quindi lei ha deciso di andare per la sua strada e noi andiamo per la nostra. Ma senza particolari problemi. Poi il paese deciderà.

Press Edition New

Bassanonet.it Press Edition

Più visti

1

Elezioni 2024

17-06-2024

Tribuno del popolo

Visto 19.420 volte

2

Elezioni 2024

16-06-2024

Ti FdI di me?

Visto 18.765 volte

3

Elezioni 2024

16-06-2024

Marin Le Pen

Visto 18.651 volte

4

Elezioni 2024

19-06-2024

Ultime lettere di Elena Pavan

Visto 18.226 volte

5

Elezioni 2024

19-06-2024

Impegno per Roberto

Visto 17.061 volte

6

Elezioni 2024

17-06-2024

La confederAzione

Visto 16.650 volte

7

Elezioni 2024

17-06-2024

Il ritorno dello Jedi

Visto 16.348 volte

8

Elezioni 2024

18-06-2024

Press conference

Visto 16.137 volte

9

Elezioni 2024

21-06-2024

Facoltà di voto

Visto 12.336 volte

10

Elezioni 2024

20-06-2024

Big Bang

Visto 8.941 volte

1

Elezioni 2024

02-06-2024

Tortelli d’Italia

Visto 45.581 volte

2

Elezioni 2024

31-05-2024

Promesso e non concesso

Visto 32.270 volte

3

Elezioni 2024

10-06-2024

Mezzo e Mezzo

Visto 31.452 volte

4

Elezioni 2024

12-06-2024

Per chi suona la campagna

Visto 30.741 volte

5

Elezioni 2024

03-06-2024

Chiedo Asilo

Visto 30.197 volte

6

Elezioni 2024

05-06-2024

Centrodestra Brenta

Visto 27.100 volte

7

Elezioni 2024

05-06-2024

O così o PD

Visto 24.775 volte

8

Elezioni 2024

15-06-2024

Tutti insieme apparentemente

Visto 24.661 volte

9

Elezioni 2024

29-05-2024

Long Playing

Visto 24.100 volte

10

Elezioni 2024

11-06-2024

Think Fink

Visto 23.765 volte