Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 22-11-2011 16:46
in S.O.S. città | Visto 2.977 volte
 

Incredibili Poste

Plichi di posta ordinaria depositati per tutta la mattina all'aria aperta in Quartiere Firenze. Alla faccia della privacy e della sicurezza postale

Incredibili Poste

La posta "abbandonata" sopra la cassetta postale di Quartiere Firenze, immortalata da un residente

La fotografia ci viene inviata in redazione da alcuni residenti di Quartiere Firenze a Bassano del Grappa. Che hanno documentato la stessa cosa anche con un filmato sul telefonino.
Quello che si vede ha dell'incredibile: un intero pacco di plichi di posta ordinaria depositato all'aria aperta, a fianco di altri plichi di materiale pubblicitario, sopra la cassetta postale del quartiere. Alla faccia della privacy e soprattutto della sicurezza postale.
Per capire bene quello che è successo, dobbiamo innanzitutto spiegare che la cassetta postale in questione non è del tipo solitamente usato per imbucare la corrispondenza, ma è una cassetta “di servizio” di Poste Italiane.
La posta destinata agli indirizzi del quartiere, cioè, viene trasportata in loco dalle Poste centrali con un furgone e depositata in questa cassetta. Il postino di zona, quindi, apre la cassetta, preleva i plichi e li consegna nel suo giro quotidiano ai destinatari.
Ma questa mattina non è andata così. Secondo quanto riferito dai nostri interlocutori, l'addetto del furgone postale - trovando probabilmente già piena la cassetta di servizio - ha lasciato tutto il materiale postale sopra la stessa e se ne è andato.
Una residente, accortasi del fatto, riferisce di aver chiamato le Poste di Bassano per segnalare il disservizio e di essersi sentita rispondere che “si trattava solo di materiale pubblicitario” e che, se c'erano problemi, “poteva chiamare i giornali”. Cosa che la signora, assieme ad altri abitanti del quartiere, ha subito fatto.
In tarda mattinata - come pure ci viene riferito - il furgone postale è tornato sul posto e la posta ordinaria rimasta per ore “en plein air” è stata finalmente collocata all'interno del contenitore, mentre la pubblicità ha continuato a rimanere depositata all'esterno. Ma il disservizio, nel frattempo, era già stato documentato.
Speriamo - e auspichiamo - che si sia trattato di un isolato incidente di percorso, ma è giusto renderlo pubblico affinché disfunzioni del genere non si ripetano più.