B.

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Politica

Ulss 7 –

“La sanità bassanese in grave declino”. Comunicato congiunto del coordinamento consiglieri comunali e dei gruppi civici dell’Area Vasta del Bassanese. “Necessario da subito un cambio al vertice della nostra ASL”

Pubblicato il 29-04-2022
Visto 7.705 volte

B.

Dice il saggio: comunicato stampa lungo, premessa corta. Sarò quindi di poche parole.
“La sanità bassanese in grave declino” è il titolo della nota trasmessa oggi in redazione da 24 consiglieri comunali e iscritti a liste civiche e a partiti di opposizione di cinque Comuni del nostro territorio (Bassano del Grappa, Rosà, Marostica, Tezze sul Brenta e Nove), aderenti al coordinamento consiglieri comunali e dei gruppi politici e civici dell’Area Vasta del Bassanese.
Nell’intervento si esprime “forte e seria preoccupazione per quanto sta accadendo alla nostra Asl 7 Pedemontana e al nostro ospedale San Bassiano”. Ulss 7 –.

Foto: Alessandro Tich - archivio Bassanonet

Conseguentemente, i firmatari chiedono “da subito un cambio al vertice della direzione della nostra ASL prendendo atto della necessità di dare un segno di svolta e di migliore attenzione al territorio e ai cittadini e alle cittadine del bassanese”.
Per quali motivi? Buona lettura.

COMUNICATO

LA SANITA’ BASSANESE IN GRAVE DECLINO

Il coordinamento consiglieri comunali e dei gruppi politici e civici dell’Area Vasta del Bassanese esprime seria e forte preoccupazione per quanto sta accadendo alla nostra Asl 7 Pedemontana e al nostro ospedale San Bassiano.

Nel silenzio quasi totale delle istituzioni preposte, i cittadini e le cittadine del bassanese stanno vivendo sulla propria pelle una situazione di costante, preoccupante e quasi inesorabile declino dei servizi sanitari resi dalla propria Asl di riferimento.

È in atto una grave privatizzazione strisciante, iniziata ben prima della pandemia da Covid 19, che fa toccare con mano a tutti che le liste di attesa per una visita in ospedale, lunghe spesso anche per chi ha motivi di urgenza, si accorciano come per magia in caso di libera professione:
è questa la sanità pubblica per la quale i cittadini e le cittadine bassanesi pagano le tasse? È questa la sanità che la Regione del Veneto da tre lustri saldamente in mano alla Lega ex Nord ha costruito e vuole?
Noi pensiamo che questo non sia accettabile: chiediamo un investimento forte e rapido in termini organizzativi per favorire lo smaltimento delle liste di attesa. Subito!
Se la Regione trova i soldi per la Pedemontana non si capisce perché non debba trovarli per qualcosa di più importante come la salute di tutti.


Abbiamo visto con sgomento la decisione della Giunta della Regione Veneto di aumentare i pazienti “possibili” dei medici di base da 1500 e a1800: i cittadini e le cittadine toccano con mano le difficoltà di avere rapporti con i medici di base ed i medici di base vivono situazioni di difficoltà non per loro colpa che impedisce loro spesso di svolgere al meglio il proprio servizio.
è questa la sanità pubblica per la quale i cittadini e le cittadine bassanesi pagano le tasse?
E’ questa la sanità che la Regione del Veneto da tre lustri saldamente in mano alla Lega ex Nord ha costruito e vuole?
Noi pensiamo che questo non sia più accettabile: ridurre subito il numero dei pazienti per medico di base, promuovere concretamente con sostegni ed aiuti (spazi, ambulatori, segreterie condivise, etc) la creazione VERA di gruppi di medici di prossimità al di là di slogan e buone intenzioni mai realizzate. Che senso ha lodarsi per la propria Sanità come fa da anni la Lega ex Nord quando non si riesce poi a garantire il servizio minimo di assistenza ai propri cittadini?


Segnaliamo il grave pericolo per il nostro Ospedale San Bassiano e per tutta l’area del Distretto 1 della ASL 7 Pedemontana di un progressivo smantellamento di reparti e una continua “fuga” di professionalità e medici coinciso con l’arrivo del nuovo direttore generale, nominato direttamente dal presidente Zaia.
Ci dica il direttore generale se è questo il disegno che hanno in mente: cioè depotenziare l’Ospedale San Bassiano.
Il peggioramento che i cittadini e le cittadine toccano con mano ogni giorno non è frutto del caso, ma di scelte politiche ben precise.
Noi pensiamo che non sia più possibile andare avanti con queste modalità gestionali: per questo chiediamo da subito un cambio al vertice della direzione della nostra ASL prendendo atto della necessità di dare un segno di svolta e di migliore attenzione al territorio e ai cittadini e alle cittadine del bassanese.
Per questi motivi verrà formalizzato nei prossimi giorni la richiesta di un incontro con la Conferenza dei Sindaci del Distretto 1 della ASL 7 attraverso una domanda indirizzata al Sindaco del Comune di Bassano del Grappa.

Al contempo saremo presenti nel mese di maggio con banchetti e gazebi per raccogliere firme a favore della sanità e per ascoltare i cittadini.

I sottoscritti:

Angelo Vernillo (consigliere comunale Bassano Passione Comune – Bassano del Grappa)
Marica Dalla Valle (consigliere comunale Marostica Più – Marostica)
Alfio Piotto (consigliere comunale Rosà Civica – Rosà)
Giuseppe Andolfatto (consigliere comunale Civica per Tezze – Tezze sul Brenta)
Erica Fontana (consigliere comunale Bassano per Tutti – Bassano del Grappa)
Giulia Vanin (consigliere comunale Rosà Civica – Rosà)
Riccardo Poletto (consigliere comunale Bassano Passione Comune – Bassano del Grappa)
Roberto Campagnolo (consigliere comunale Bassano del Grappa)
Flavio Nichele (consigliere comunale Rosà Civica – Rosà)
Giovanni Cunico (consigliere comunale Bassano del Grappa)
Alessandra Menon (consigliere comunale Rosà Civica – Rosà)
Anna Taras (consigliere comunale Bassano Passione Comune – Bassano del Grappa)
Paolo Stragliotto (consigliere comunale 5 Stelle – Rosà)
Luciano Fabris (Più Europa – Nove)
Gianni Castellan (coordinatore Italia Viva – Bassano del Grappa)
Stefano Mocellin (iscritto Partito Democratico – Rosà)
Paolo Retinò (portavoce lista civica Bassano per Tutti – Bassano del Grappa)
Carlo Nicolli (iscritto Partito Democratico – Bassano del Grappa)
Stefania Turrisi (Bassano Passione Comune)
Emanuela Franchin (Più Europa – Bassano del Grappa)
Ornella Falco (Bassano Passione Comune)
Gerardo Abrati (Più Europa – Bassano del Grappa)
Luana Milan (Bassano Passione Comune)
Dario Berti (Bassano Passione Comune)

Più visti

1

Attualità

10-05-2022

Maria che Biosfera

Visto 11.767 volte

2

Politica

13-05-2022

Area qua

Visto 11.693 volte

3

Cronaca

11-05-2022

Il fumo fa male

Visto 11.618 volte

4

Attualità

11-05-2022

Salute!

Visto 11.372 volte

5

Attualità

11-05-2022

Tanta Rob

Visto 10.583 volte

6

Attualità

12-05-2022

Caesars Palace

Visto 10.504 volte

7

Attualità

09-05-2022

La Cosa

Visto 10.460 volte

8

Attualità

12-05-2022

Cosa dolce Cosa

Visto 10.369 volte

9

Attualità

13-05-2022

Mark Spritz

Visto 9.703 volte

10

Incontri

12-05-2022

Le passate stagioni raccontate da Siviero

Visto 5.832 volte

1

Attualità

10-05-2022

Maria che Biosfera

Visto 11.767 volte

2

Politica

13-05-2022

Area qua

Visto 11.693 volte

3

Cronaca

11-05-2022

Il fumo fa male

Visto 11.618 volte

4

Attualità

11-05-2022

Salute!

Visto 11.372 volte

5

Attualità

11-05-2022

Tanta Rob

Visto 10.583 volte

6

Attualità

12-05-2022

Caesars Palace

Visto 10.504 volte

7

Attualità

09-05-2022

La Cosa

Visto 10.460 volte

8

Attualità

12-05-2022

Cosa dolce Cosa

Visto 10.369 volte

9

Attualità

13-05-2022

Mark Spritz

Visto 9.703 volte

10

Attualità

04-05-2022

Terno al lotto

Visto 8.853 volte