Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 06-02-2017 16:34
in Cronaca | Visto 2.205 volte

È scomparso Lino Manfrotto

Si è spento ieri mattina all'età di 80 anni l'imprenditore bassanese Lino Manfrotto, fondatore dell'omonima azienda di attrezzature per la fotografia. Già fotoreporter per la stampa locale, Manfrotto ebbe la geniale intuizione di iniziare a produrre per conto proprio quegli accessori che avrebbero reso il lavoro del fotografo meno ingombrante: bracci, stativi, supporti per le luci. Assieme al socio Gilberto Battocchio aprì un'officina e il primo stabilimento nel 1972.
Due anni dopo il lancio del primo treppiedi, che avrebbe conquistato i mercati internazionali: primo passo di una crescita aziendale che avrebbe portato il nome Manfrotto tra i marchi di punta a livello mondiale nei campi dei supporti per la fotografia ma anche per il video, l'illuminazione e l'entertainment. Dal 1989 l'azienda è entrata a far parte dell'inglese Vitec Group, leader nei settori del broadcast e della fotografia.
Il nome di Lino Manfrotto è legato anche alla diffusione della cultura: nel 1991 decise infatti di comprare lo storico Palazzo Roberti in via da Ponte in centro storico a Bassano, dando successivamente vita alla famosa e omonima libreria gestita dalle tre figlie Lavinia, Veronica e Lorenza e considerata una delle più belle librerie indipendenti d'Italia e del mondo.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti