Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 20-03-2021 18:06
in Attualità | Visto 10.324 volte

DAD is Dead

“Riapriamo le scuole”. Fragoroso flash mob di genitori e figli questo pomeriggio in piazza Libertà contro la Didattica a Distanza. Oltre un quarto d'ora di applausi per invocare il ritorno alla scuola in presenza

DAD is Dead

Foto Alessandro Tich

Sedici minuti di applausi. Non è Fantozzi e non è la Corazzata “Kotiomkin”.
È la Corazzata dei genitori che questo pomeriggio alle 16.30 si sono dati appuntamento in piazza Libertà a Bassano per il flash mob “Riapriamo le scuole”, spontaneamente organizzato da un manipolo di intraprendenti mamme per protestare contro la DAD, la tanto discussa Didattica a Distanza imposta dai provvedimenti governativi anti Covid. Ovvero genitori e bambini assieme per invocare “il diritto alla scuola in presenza”.
Unica richiesta per partecipare al flash mob: portare con sé una campanella, ma anche cartelli e striscioni con slogan rispettosi e pacifici. A chi invece a casa una campanella non ce l'ha, è stato richiesto di fare un applauso. Applauso corale che è scattato alle 16.30 in punto in una piazza Libertà distanziatamente piena e che ha continuato a levarsi incessante per un quarto d'ora abbondante assieme al suono delle tante campanelle, tamburini e fischietti tirati fuori per l'occasione. “Giù le mani dalla scuola”, “La scuola è un diritto, la DAD non è scuola”, “DAD - Danneggiati Anche Domani”, “La scuola si fa a scuola”: sono solo alcuni dei messaggi dei cartelli e degli striscioni, che sintetizzano il senso della manifestazione. Tra i genitori con campanella al seguito c'è anche il sindaco Elena Pavan, per una volta in veste di mamma protestante.
“Questo flash mob - spiega a Bassanonet Laura Pilati, una delle organizzatrici dell'evento di protesta - è nato con altre tre mamme residenti qui a Bassano. Abbiamo deciso di fare questa manifestazione e non pensavamo nemmeno noi di raccogliere così tante adesioni. Abbiamo visto la petizione della mamma bassanese che solo in Veneto ha già raccolto quasi 20mila firme per riaprire le scuole e da lì ci siamo fatte coraggio e abbiamo cominciato ad organizzare questa manifestazione.”
“Siamo tutti genitori che vogliono la riapertura delle scuole - continua la co-organizzatrice -. Non facciamo parte di nessun gruppo, quindi siamo solo genitori che vogliono la presenza nelle scuole e non la Didattica a Distanza. Vogliamo che i nostri bambini tornino a sedersi sui banchi di scuola, socializzando con i loro coetanei e ricevendo più stimoli possibili dalle loro maestre. Ogni ordine e grado, che va dai nidi e dalle scuole dell'infanzia fino alle superiori. La riapertura delle scuole in totale presenza: questo è quello che chiediamo.”
Insomma, per dirla un po' all'anglofona: DAD is Dead.

Più visti