ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 05-04-2019 13:36
in Attualità | Visto 2.248 volte
 

Na-tura avversa

Livello del Brenta sopra i 2 metri, Ponte chiuso al transito e cantiere allagato

Na-tura avversa

Foto Alessandro Tich

Piove, governo ladro. Anzi no, meglio non dirlo: perché il Ministero, quello che ha dato i 3 milioni per il restauro, magari poi si incazza. Il maltempo di ieri ha ingrossato il Brenta a livelli autunnali e questa mattina, per motivi di sicurezza pubblica, il Ponte di Bassano è stato chiuso al transito.
“Dalle 6 di questa mattina - avvisa il Comune - il Ponte è stato chiuso al passaggio pedonale perché il Brenta ha raggiunto una portata di 400 m3/sec. Non appena il livello del Brenta scenderà sotto i 300 m3/sec il Ponte sarà riaperto e i tecnici della Inco inizieranno a svuotare le aree del cantiere invase dall'acqua.”
Ieri sera alle 22.30 il Brenta ha superato la soglia di sicurezza, fissato a 1 metro e 55 alla stazione di rilevazione idrometrica di Ca' Barzizza, superando i 2 metri a mezzanotte e mezza e raggiungendo il picco (2 metri e 50) alle 5.30 di stamane.
Attualmente, con l'attenuarsi delle precipitazioni, il livello idrometrico è in calo ma sempre e comunque ancora molto al di sopra della soglia di transitabilità: la rilevazione dell'Arpav delle ore 11.30 segna quota 2 metri e 27. L'acqua del fiume ha oltrepassato la barriera della tura, allagando il cantiere e bloccando le lavorazioni in corso.
Na-tura avversa, come mi ha scritto qualcuno questa mattina su WhatsApp.
Non appena il Brenta rientrerà sui suoi livelli normali, dunque, si provvederà a svuotare il cantiere dall'acqua e a proseguire con la ricostruzione delle stilate. Tenendo comunque conto, per la cronaca, che ufficialmente la “finestra stagionale invernale” per i lavori termina questo mese. Teniamo duro: occhi aperti e nervi di acciaio.