Pubblicato il 01-04-2015 20:09
in Attualità | Visto 1.617 volte

Ponte, ancora un check-up

Nuovo sopralluogo al Ponte degli Alpini, presente anche la Sovrintendenza ai Beni Storici. Conclusa con oggi la fase di analisi dei materiali. Si entra ora nella fase di progettazione del restauro

Ponte, ancora un check-up
Nuovo summit questa mattina al capezzale del Ponte di Bassano, il “grande malato” che attende l’intervento di restauro.
L’ennesimo sopralluogo tecnico al monumento palladiano, con l’intervento - a fianco del sindaco Poletto e del vicesindaco Campagnolo -del sovrintendente per i Beni Storici Fabrizio Magani e dei professori Claudio Modena dell'Università di Padova e Giovanni Carbonara della Sapienza di Roma. Un’occasione per fare il punto prima di procedere finalmente al progetto preliminare dell’intervento di consolidamento strutturale e restauro del manufatto ligneo. L’incontro di oggi ha concluso infatti la fase di analisi dei materiali per entrare nella fase della progettazione.
Come è emerso dal sopralluogo i principali problemi della struttura riguardano proprio il materiale, e cioè il legno. L’ipotesi tecnica per la progettazione preliminare è quella di mantenere gli otto pali in cemento armato installati negli anni ’90 e di togliere la massicciata tra la pavimentazione e il legno sottostante, completamente marcito per mancanza di filtri d’aria. Necessario anche un adeguamento antisismico. Ogni pezzo di legno del Ponte sarà datato e classificato, per evitare errori di impostazione del progetto.
Riguardo al restauro vero e proprio, slittato di un anno, il Comune prevede l’affidamento dei lavori entro il 2015, in modo tale da avviare il cantiere all’inizio dell’anno prossimo.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti