Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 24-08-2010 18:55
in Cronaca | Visto 3.479 volte
 

Sfigurata in Croazia statua di Orazio Marinali

Presa di mira da vandali minorenni una statua di “Donna” del grande scultore bassanese. Il Comune di Rijeka (Fiume) provvederà al restauro

Sfigurata in Croazia statua di Orazio Marinali

La statua di Orazio Marinali sfregiata dai vandali (foto: novilist.hr)

E' proprio vero: la stupidità dei vandali non ha confini.
E così, nella città di Rijeka (Fiume) in Croazia, un gruppetto di sbandati minorenni ha preso di mira una statua barocca del grande scultore bassanese Orazio Marinali, intitolata “Donna” e collocata in un parco pubblico, sfigurandole il viso e imbrattandola con graffiti sul petto e sulle gambe. L'episodio è accaduto nel pomeriggio dello scorso 12 agosto ed è stato segnalato dal quotidiano croato “Novi List”.
I frammenti delle parti distrutte della statua sono stati fortunatamente recuperati e il Comune di Rijeka provvederà ora al restauro dell'opera.
La scultura danneggiata è collocata nell'attuale sito - un parco attiguo all'Archivio di Stato della seconda città della Croazia, affacciata sul Golfo del Quarnaro - dal 1934, quando Fiume apparteneva all'Italia.
Ma le evidenze storiche ritengono che sia giunta a Rijeka almeno un secolo prima, in pieno Impero Austro-Ungarico, proveniente dalla collezione privata di qualche villa veneziana della costa dalmata o istriana.
Un'acquisizione che conferma la rinomanza che Orazio Marinali - artista vissuto a cavallo tra il '600 e il '700 e considerato il massimo scultore del '600 veneto - acquisì oltre i confini della nostra Regione.
Vandalismi a parte, la conservazione della statua dell'artista bassanese presenta diversi problemi: è infatti scolpita in “pietra tenera” - un materiale tenero e poroso, estremamente sensibile all'azione delle condizioni atmosferiche e all'usura del tempo - e il volto e le braccia della figura erano già interessati da un processo di erosione.
Non è la prima volta che l'opera è entrata nel mirino dei vandali. Era già accaduto due anni fa, e anche allora venne restaurata sempre ad opera del Comune di Rijeka, che si trova a gestire un patrimonio di 119 tra monumenti e statue storiche collocati nelle aree pubbliche.
L'ultimo episodio è stato tuttavia particolarmente grave e non si esclude che, a restauro concluso, la “Donna” di Orazio Marinali possa essere collocata “in un luogo più adeguato”.