Alessandro Tich
Direttore responsabile
bassanonet.it
Pubblicato il 08-12-2016 16:47
in Cose in Comune | Visto 2.119 volte
 

L'eccellenza del cuore

Il Premio Cassola 2016 consegnato all'ex infermiera Bertilla (Fioretta) Vigo. Sul palco anche i 62 studenti assegnatari delle borse di studio comunali

L'eccellenza del cuore
Attenta ai bisogni delle persone sole e sofferenti, sempre pronta a dare una mano nei momenti di necessità, generosa e professionale.
L'ex infermiera Bertilla Vigo, da tutti conosciuta come Fioretta, è l'assegnataria del Premio Cassola 2016, consegnato questa mattina all'auditorium Vivaldi nel corso di una festosa cerimonia dedicata alle eccellenze del Comune.
Anche quest'anno infatti l'Amministrazione comunale ha donato un piccolo incentivo agli studenti più brillanti ed ha premiato, con una targa intitolata alla Beata Gaetana Sterni, una concittadina che ha saputo distinguersi in campo sociale ed essere d'esempio per tutta la comunità.
Il sindaco Aldo Maroso e l'assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Marta Favaro Orlando hanno avuto per lei parole di lode e riconoscenza ma hanno anche fatto un grande plauso alle "giovani promesse del paese", ossia agli assegnatari delle borse di studio e alle loro famiglie.
“La nostra gratitudine - ha sottolineato l'assessore - si estende anche ai tanti concittadini e agli studenti che non sono stati premiati ma che hanno comunque dimostrato il loro valore e il loro impegno.”

PREMIO CASSOLA

Segnalata dal comitato di quartiere Cassola Centro, l'ex infermiera Fioretta Vigo è stata scelta dalla Commissione - formata dalla Giunta e da alcuni premiati degli scorsi anni - per la sua dedizione verso le persone sole e malate e per la sua capacità di rendersi utile con discrezione e professionalità.
“Donna sempre presente nei momenti di bisogno. Ex infermiera che mette a disposizione il suo tempo per le persone sole”: così recita la motivazione del premio, consegnato dal sindaco Aldo Maroso e da una delle suore della Divina Volontà, la congregazione fondata dalla beata Gaetana Sterni.

BORSE DI STUDIO

L'assessore alla Cultura Marta Orlando Favaro ha poi premiato, con 62 borse di studio, i giovani talenti cassolesi, ossia gli studenti che lo scorso anno hanno raggiunto ottimi risultati a scuola o all'università. In tutto sono stati messi a disposizione 9000 euro (8500 dall'amministrazione comunale e 500 dall'Associazione San Giuseppe), distribuiti in bonus di diverso valore in base all'ordine di scuola e al profitto. Diciassette i premiati fra gli alunni che hanno concluso brillantemente l'esame di terza media e 35 le borse assegnate agli studenti delle superiori, cui si aggiungono due buoni per i cassolesi diplomatisi con il massimo dei voti. Premiati poi con assegni, spazi di co-working gratuiti al centro Cre-Ta e speciali abbonamenti per il Vivaldi 10 neo laureati, tra i quali anche i due assegnatari della borsa offerta dal Centro diurno anziani per le specializzazioni in ambito socio sanitario.

Di seguito i nomi dei ragazzi premiati:

Scuole medie: Mirco Parolin, Gabriella Tosin, Maura Tosin, Niccolò Giordano Bonato, Marco Comunello, Alessia Simonetto, Giada Simonetto, Andrea Tosin, Sofia Maria Alessi, Beatrice Bizzotto, Sara Bordignon, Riccardo Cavalli, Simone Farronato, Anna Furlan, Luca Grego, Asia Tola ed Elia Zonta.

Scuole superiori: Maria Zanchetta, Angelica Marchesan, Diletta Stocco, Anna Baglioni, Giulia Alessi, Francesca Paola Gravina, Jasmina Arifi, Chiara Boin, Ottavia Gnoato, Elisabetta Pianezzola, Vanessa Siviero, Emma Orlando, Zoe Dal Cengio, Nicole Battaglia, Alessandro Marcadante, Elena Franceschini, Marco Frigo, Cristina Bonamigo, Alessia Fietta, Alberto Moro, Anna Nichele, Simone Marchetti, Alice Petucco, Dario Frigo Lisa Carlesso, Elisa Mocellin, Matteo Manuzzato, Ilaria Pegoraro, Benedetta Andina, Gianmarco Gnoato, Singh Samrit, Agnese Fantin, Gloria Fantin, Annamaria Tessarin e Martina Zarpellon.

Diplomati col massimo dei voti: Harman Preet Singh e Riccardo Tessarin.

Lauree: Laura Perin, Marta Signori, Silvia Tessarolo, Giulia Peruzzo, Linda Gnoato.

Premio conferito dal Centro Diurno per le lauree di ambito socio sanitario: Francesca Geremia e Matteo Piazza.

E una card Aida valida per gli eventi culturali al Vivaldi è stata consegnata a Davide Bittante.