Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 09-01-2018 18:49
in Cronaca | Visto 2.262 volte
 

Finestra riaperta

Fiumi del Veneto ingrossati per il maltempo. Dichiarato lo Stato di Attenzione per criticità idrogeologica o idraulica per il bacino Alto Brenta. Forzato nuovo blocco temporaneo per il cantiere del Ponte

Finestra riaperta

Il Ponte e il Brenta oggi poco prima delle 14 (foto Alessandro Tich)

Finestra riaperta. Ci si mette anche l'ineluttabilità della natura a causare un nuovo blocco temporaneo dell'intervento di restauro del Ponte di Bassano.
Il fenomeno del Brenta in piena, statisticamente previsto nella cosiddetta “finestra autunnale” durate la quale i lavori sono rimasti forzatamente fermi, si è presentato a pochi giorni dalla ripresa del cantiere a seguito dell'ondata di maltempo che si è abbattuta sul Veneto nelle ultime ore. L'acqua ingrossata del fiume ha completamente sommerso la strada della tura appena ricostruita dalla Vardanega: le operazioni potranno riprendere non appena il Brenta rientrerà nella soglia idrometrica normale.
Questo pomeriggio il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha emesso un nuovo avviso di criticità, valevole fino alle ore 14 di domani, relativo alla situazione dei corsi d'acqua regionali.
Per quanto riguarda il bacino Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone è stato dichiarato lo Stato di Attenzione per criticità idrogeologica o idraulica. Si tratta comunque del livello di criticità inferiore, condiviso da altri bacini idrografici dell'alto Veneto come il Piave-Pedemontano. All'interno del nostro bacino fa comunque eccezione il torrente Astico, che ha superato la terza soglia idrometrica in località Lugo di Vicenza e per il quale è stato dichiarato lo Stato di Allarme per criticità idraulica sulla rete principale.
Il Brenta, in particolare, rimane sopra la prima soglia (passaggio di una piena poco significativa) nel punto di rilevazione idrometrica di Ca' Barzizza a Bassano del Grappa. Qui il livello del fiume, in giornata, in base ai dati raccolti dall'Arpav si è alzato di oltre 1 metro: dagli 1,02 m. di livello idrometrico rilevati la scorsa mezzanotte al picco di 2,38 m. registrati alle 17. Attualmente, con lo stabilizzarsi delle condizioni del tempo, la tendenza è in leggero calo. La finestra riaperta potrebbe richiudersi entro breve termine: le previsioni meteo di Arpav annunciano infatti l'assenza di precipitazioni fino al fine settimana, condizione necessaria per una progressiva ma più celere riduzione della portata d'acqua fluviale.

Più visti