ELEZIONI
Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 21-10-2018 17:52
in Calcio | Visto 853 volte
 

Bassano sei un pazzo!

Il FCB si salva in pieno recupero, batte la Fontanivese e si issa al secondo posto solitario sempre a quattro punti dal capolista Badoere. Xamin al 93’ evita la beffa.

Bassano sei un pazzo!

Alcuni istanti prima del rigore decisivo. Al Mercante la tensione è alle stelle

Un’altra vittoria, un’altra sofferenza inaudita anche se stavolta con caratteristiche diverse dal solito. Eh si perché i giallorossi conducono le danze per tutta la gara, sbloccano il risultato nel primo tempo con Cosma e passano tutta la ripresa a cincischiare invece di stangare il 2 a 0 che mette al riparo da possibili brutte sorprese. Sull’1 a 0, osservando i contropiedi della Fontanivese con la formazione di Bassano del Grappa tutta protesa in avanti e ancor di più la scarsa efficacia/cattiveria nel chiudere le azioni, la sensazione che potesse materializzarsi la beffa è più forte della fiducia di portare a casa i tre punti. Ne abbiamo tutti viste troppe di partite così, a tutti i livelli. Ed infatti a 5’ dal termine, la beffa si consuma puntale come un orologio svizzero. Da mangiarsi le mani e braccia fino al gomito. Ci vuole una giocata di Frachesen, ma ad essere sinceri ci vuole una grossa ingenuità da parte del terzino della Fontanivese per fare giustizia e regalare al FCB la vittoria che comunque merita per la prestazione superiore rispetto agli avversari. Insomma un’altra partita da gustarsi fino al 95’, continuiamo a ribadirlo, quest’anno le emozioni non mancano proprio e spesso a vincere c’è ancora più gusto. Domenica prossima trasferta a Bessica (e dire trasferta è come dire Vietnam) mentre la prossima al Mercante (ore 14:30) ecco lo scontro diretto contro la capolista. Ne vedremo delle belle.

La formazione. Scaranto tra i pali, difesa a quattro con Benetti, Bonaguro, Meneghetti e Frangu; a centrocampo Scanagatta, Xamin e Frachesen; in attacco Cosma e Maistrello appoggiano Battistella. In pratica 4-3-1-2 con tutti i mediani con più talento in rosa schierati contemporaneamente. Maino, ha provato questo reparto anche domenica scorsa a San Giorgio delle Pertiche ed evidentemente ha ottenuto le risposte che voleva. Meneghetti è provato centrale di difesa perla prima volta.

La partita. Il Bassano manco a dirlo prova da subito a fare la partita. La concentrazione è quella giusta e il campo amico consente di suonare tutta un’altra musica. I giallorossi tengono il pallino del gioco ma non riescono a schiacciare una Fontanivese che sa occupare benissimo il campo, ha le idee chiare ed è composta da ottimi giocatori, specie a centrocampo. La squadra allenata da Maino è alla ricerca del giusto compromesso tra la concretezza e la ricerca del gioco. Ma l’occasione arriva comunque da un bel traversone da sinistra, Cosma sbuca sul primo palo ma non impatta il cuoio per una questione di centimetri. Siamo circa al quarto d’ora e la partita scende di tono nel senso che subentra un pizzico di frenesia, pur mantenendo alta la quota d’agonismo. Bisogna aspettare il 33’ per assistere al gol che rompe l’equilibrio e non a caso la rete arriva sugli sviluppi di un’azione che si sviluppa sulle fasce e quindi allargando le strette marcature degli ospiti. Benetti galoppa sulla sinistra, grandissimo controllo e traversone, Scanagatta tira, il portiere intercetta ma non si impossessa della sfera. Interviene Battistella, poi un difensore, infine Cosma fa il rapace d’area e spara nel sacco rompendo un digiuno personale che durava da troppo tempo. L’uno a zero costringe la Fontanivese ad osare qualcosa di più ed in effetti i biancazzurri guidati dal regista Antonello si spingono in avanti con forza trovando anche subito l’occasione del pareggio. Battistella, omonimo per ruolo e cognome del nostro centravanti, si present a tu per tu con Scaranto ma il portiere si supera e neutralizza il tiro. Dopo l’intervallo il FCB alza ulteriormente il baricentro, spingendo con grande veemenza, ottima volontà ma poco ordine e sopratutto poca ferocia nel chiudere l’azione. Tanto è vero che non sono poche le ripartenze concesse agli ospiti col risultato ancora pericolosamente in bilico. Sono solo due le conclusioni in un una ripresa condotta quasi costantemente nella metà campo della Fontanivese, quindi alla fine sono quasi di più più i rischi corsi in contropiede che non le opportunità prodotte per mettere in ghiaccio il confronto. Ed infatti al 39’ arriva la beffa, una beffa ampiamente annunciata nello svolgimento di una partita giocata sul filo del rischio per troppi minuti. Il gol è di Moretto che raccoglie una respinta di Scaranto e deposita in rete. Una cosa incredibile, da mettersi le mani nei capelli.

Colpo di scena. Le speranze stanno scemando come la poca sabbia rimasta nella clessidra. I giallorossi attaccano con la forza della disperazione. Ed incredibilmente si rimpossessano del maltolto. In pieno recupero, una giocata appena dentro l’area di rigore, lato corto, di capitan Frachesen manda in tilt il terzino ospito che lo stende. Dal dischetto si presenta l’implacabile Xamin che non sbaglia e consegna l’ennesimo successo ai giallorossi del Grappa.