Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 23-05-2017 21:41
in Politica | Visto 1.688 volte
 

L'ape Zaia

Elezioni amministrative: a Rosà il governatore del Veneto lancia la corsa del sindaco uscente e candidato sindaco Paolo Bordignon. Assieme allo stato maggiore della Lega locale non solo, nel Comune a guida leghista da 25 anni

L'ape Zaia

Zaia col sindaco uscente e candidato sindaco Paolo Bordignon e l'assessore regionale Manuela Lanzarin

Vola vola, vola vola, vola l’ape Zaia. E va di qua e di là, in giro per il Veneto, per sostenere i candidati sindaci in quota Lega Nord per le elezioni amministrative dell'11 giugno.
Ebbene sì: Ghe xe Zaia 2, il ritorno. L'infaticabile governatore in versione campagna elettorale - dopo l'intervento a Romano d'Ezzelino a supporto ufficiale del candidato sindaco Massimo Ronchi, di cui riferiamo nell'articolo precedente -, nel tardo pomeriggio di ieri si è spostato di qualche chilometro per essere accolto a braccia aperte dagli iscritti della Lega Nord di Rosà.
Sempre uguale la mission del presidente leghista della Regione: esprimere il suo sostegno al sindaco uscente e candidato sindaco della Lega Paolo Bordignon. Locale prescelto per l'aperitivo elettorale con Zaia: il “Civico” 130 in via Capitano Alessio a Rosà.
Ad attendere e ad affiancare il governatore, nell'occasione, sono stati alcuni esponenti dello stato maggiore della Lega locale e non solo.
A partire dalle Lanzarin Sisters (Manuela, assessore regionale nella giunta dello stesso Zaia e Barbara, segretario della sezione di Rosà della Lega Nord - Liga Veneta).
Ma anche, fra gli altri, il presidente del consiglio regionale Roberto Ciambetti e il capogruppo regionale della Lega Nord Nicola Finco.
Oltre, ovviamente, al candidato sindaco Paolo Bordignon e ai candidati della sua lista. Zaia, nell'occasione, ha ribadito i suoi punti di vista sui temi più “caldi” per l'elettorato leghista, sulla falsariga di quanto già dichiarato poco prima a Romano.
E anche in questo caso non sono mancati i brindisi e le immancabili sequenze di foto col governatore, per la gioia di militanti e simpatizzanti e anche della pagina Facebook della Lega Nord di Rosà. Il minimo che possa succedere in un paese dove la Lega governa già da 25 anni, dove Bordignon & C. sperano di continuare il record e dove ai cartelli stradali di ingresso delle frazioni c'è ancora scritto, nell'anno del Signore 2017, “Comune della Padania”.