Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 02-10-2015 11:56
in Attualità | Visto 2.060 volte
 

Corpi comunicanti

I vigili di Bassano si associano ai colleghi dell’Unione Montana Valbrenta: nasce il Corpo intercomunale di Polizia Locale del Bassanese, con Bassano capofila. La convenzione, valida fino al 2020, sarà attiva dal 1 novembre

Corpi comunicanti

Foto: archivio Bassanonet

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa, trasmesso in redazione dall’Amministrazione comunale di Bassano del Grappa:

COMUNICATO

Il consiglio comunale di Bassano ha approvato, nel corso dell’ultima seduta, la convenzione per il servizio associato di Polizia locale con l’Unione Montana Valbrenta, innovativo servizio aperto al territorio che permetterà di gestire il corpo agenti secondo un’organizzazione più efficace, assicurando allo stesso tempo maggiore economicità di gestione.
Come ha spiegato l’assessore Angelo Vernillo al consiglio, il servizio di Polizia Locale ha un ruolo fondamentale e sempre più delicato all'interno dei Comuni, tale da richiedere la disponibilità di personale professionalmente preparato e specializzato che si dedichi in via esclusiva alle materie di competenza, oltre a garantire l'immediatezza delle risposte ai cittadini e agli amministratori.
L’esercizio in forma associata assicurerà una migliore qualità, una gestione uniforme e la continuità del servizio stesso sull'intero territorio interessato.
Il nuovo servizio prenderà il nome di Corpo intercomunale di Polizia Locale del Bassanese, con Bassano del Grappa comune capofila; al comandante Emanuele Ruaro toccherà il comando e la gestione tecnico amministrativa delle funzioni e dei servizi, secondo gli indirizzi e i pareri della Conferenza dei Sindaci.
“Il progetto rientrava fin dall’inizio nelle nostre idee ed era stato inserito nelle linee programmatiche della nostra amministrazione - sottolinea il sindaco Riccardo Poletto -. Siamo quindi molto soddisfatti di questo risultato e della condivisione di propositi che abbiamo riscontrato fin da subito da parte degli altri comuni interessati. Una sintonia che ci ha permesso di anticipare i tempi e di giungere a questa convenzione prima della fine dell’anno. Siamo naturalmente pronti ad accogliere altri comuni che volessero aggregarsi, perché quello della sicurezza è un tema che non ha confini territoriali ed è importante muoversi in maniera il più possibile omogenea.”
Il Corpo intercomunale di Polizia Locale del Bassanese gestirà in forma associata tutte le funzioni istituzionali di Polizia Locale: polizia amministrativa, polizia stradale, polizia giudiziaria, pubblica sicurezza, servizio d'ordine, di sicurezza urbana, di vigilanza e di scorta necessari per l'espletamento di attività istituzionali dei Comuni e ogni alta attività che si rendesse necessaria.
La convenzione sarà attiva dal 1 novembre 2015 fino al 31 dicembre 2020, con eventuale rinnovo, e sarà possibile accogliere all’interno altri enti che dovessero farne richiesta.
“Vogliamo una città aperta e pronta ad esercitare una leadership di servizio e questa ne è la dimostrazione concreta - spiega l’assessore Angelo Vernillo -. Abbiamo lavorato molto con il comandante, gli agenti e gli uffici comunali, e ci siamo confrontati a lungo con il presidente dell'Unione Montana, Luca Ferazzoli e con tutti i sindaci, che ringrazio. Sono convinto che questa sia la strada giusta e anche la migliore da seguire e sono certo che lavorando tutti insieme, spinti dal desiderio di operare nel e con il territorio i risultati non tarderanno ad arrivare.”