Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 16-09-2015 00:49
in Cronaca | Visto 1.691 volte
 

Rosà: “Richiesto lo stato di calamità naturale”

Dopo la forte grandinata di lunedì pomeriggio. Danni a diverse strutture pubbliche. Monitorato dalla Polizia locale l'intero territorio comunale

Riceviamo dal Comune di Rosà, e pubblichiamo, il seguente comunicato stampa:

COMUNICATO

La giunta comunale di Rosà, riunitasi in via straordinaria nella tarda mattinata di oggi, ha deliberato la richiesta di dichiarazione di stato di calamità naturale a seguito della forte grandinata che ha colpito l’intero territorio cittadino nel pomeriggio di ieri, lunedì 14 settembre.
La giunta ha individuato nell’ufficio relazioni con il pubblico, posto all’ingresso del Municipio, il punto di riferimento e di supporto per i cittadini per ogni richiesta ed informazione.
Sono attualmente segnalati danni agli edifici pubblici ed alle abitazioni private (in particolare ai tetti e alle finestre), ai capannoni produttivi (in particolare ai tetti), alle carrozzerie e vetri degli automezzi e alle colture.
“È ancora presto per dare una stima dei danni che risultano essere molto ingenti - spiega il sindaco Paolo Bordignon -. Nel pomeriggio insieme a tutta la Giunta saremo alle scuole del Centro e di Travettore per dare un aiuto agli operai comunali per rendere praticabili gli spazi esterni, visto l’inizio della scuola di domani. Con noi anche alcuni volontari della Protezione civile attivi sin dalle prime ore di ieri.”
La Polizia locale sta monitorando l’intero territorio cittadino, controllando segnaletiche, illuminazione pubblica, telecamere e quant’altro.
I tecnici comunali, coordinati dall’Ufficio lavori pubblici, sono al lavoro in queste ore sui tetti degli edifici pubblici, mettendo in sicurezza le coperture e valutando gli interventi. Danni importanti si registrano nella copertura della palestra Balbi con lo sfondamento di tutti i lucernari, nella copertura del Municipio e della vicina Biblioteca, all’asilo nido La Tartaruga con tre aule attualmente inagibili, sul tetto della Primaria Pascoli e Media Roncalli, nell’anfiteatro Athena con la rottura dei seggiolini e al PalaRosa con vetrate andate in frantumi. Problemi si segnalano anche al centro Sociosanitario e alla Piscina comunale.
La richiesta di stato di calamità verrà inviata al Nucleo Operativo della Protezione Civile della Prefettura di Vicenza ed al presidente della giunta regionale del Veneto