Pubblicità

Opera Estate Festival

Pubblicità

Opera Estate Festival

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Attualità

E Zaia rilancia la Nuova Valsugana

I trentini non la vogliono e la pongono come condizione per dire “sì” alla Valdastico Nord. Ma il governatore ribatte: “La partita va affrontata in linea con la progettualità del Veneto che ha in programmazione la Valsugana”

Pubblicato il 24-07-2015
Visto 3.944 volte

Pubblicità

Opera Estate Festival

Grandi infrastrutture in provincia di Vicenza: si sparigliano nuovamente le carte.
La questione riguarda innanzitutto la Valdastico Nord, sulla quale il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio ha incontrando il governatore del Veneto Luca Zaia. Nell’occasione Zaia ha ribadito che il Veneto è “assolutamente favorevole al completamento verso Nord della Valdastico, che significherebbe avere un nuovo valico verso il Brennero.”
“Ma la partita - ha aggiunto ancora Zaia, ponendo quasi le condizioni per il confronto col presidente della Provincia Autonoma di Trento Ugo Rossi - va affrontata in linea con la progettualità del Veneto che ha in programmazione la Valsugana.”

Fonte immagine: gds.it

Si ritorna così al punto di partenza. Trento, infatti, ha annunciato di recente il suo possibile “sì” alla Valdastico Nord, ma a precise condizioni: tra le quali, appunto, la richiesta che lo Stato si impegni ad impedire la realizzazione della Nuova Valsugana tra Castelfranco Veneto e il confine nord della Valbrenta bassanese. E questo perché il project della Nuova Valsugana comporterebbe, per la Provincia Autonoma, un appesantimento del traffico sulla Valsugana trentina.
Il Veneto invece rilancia: “Quando abbiamo progettato la Valsugana - ha spiegato Zaia - volevamo risolvere un punto nevralgico della viabilità del Veneto in totale assenza del completamento della Valdastico Nord. Ad oggi per me il quadro è ancora questo.”
L’ipotesi Nuova Valsugana, dunque, non tramonta ancora: favorita anche - forse - dalla maxi penale da oltre un miliardo di euro che lo Stato e la Regione Veneto si troverebbero a dover pagare ai proponenti privati dell’opera in project financing se questa venisse ritirata dal piano delle infrastrutture regionali.
Solo qualche giorno fa il governatore del Veneto Luca Zaia aveva annunciato: “Stop ai project financing in iter in Regione, a partire da quelli di strade e autostrade”.
Escluso, a quanto pare, il project della Nuova Valsugana.

Press Edition New

Bassanonet.it Press Edition

Più visti

1

Politica

11-07-2024

Vitamina P

Visto 10.915 volte

2

Politica

09-07-2024

Via col Momento

Visto 10.536 volte

3

Attualità

12-07-2024

Quattro x Seven

Visto 9.934 volte

4

Attualità

12-07-2024

Tesso e volentieri

Visto 9.791 volte

5

Attualità

11-07-2024

Penne Montegrappa

Visto 9.017 volte

6

Manifestazioni

09-07-2024

La grande notte di Mahmood a Marostica

Visto 5.486 volte

8

Interviste

11-07-2024

Un funeral party, l'oggi dell'Occidente

Visto 3.621 volte

9

Teatro

11-07-2024

Vita da Strighe

Visto 3.327 volte

10
1

Elezioni 2024

19-06-2024

Ultime lettere di Elena Pavan

Visto 29.143 volte

2

Elezioni 2024

21-06-2024

Facoltà di voto

Visto 28.655 volte

3

Elezioni 2024

19-06-2024

Impegno per Roberto

Visto 27.868 volte

4

Elezioni 2024

17-06-2024

Tribuno del popolo

Visto 25.007 volte

5

Elezioni 2024

18-06-2024

Press conference

Visto 24.264 volte

6

Elezioni 2024

24-06-2024

Gratta e Finco

Visto 22.605 volte

7

Elezioni 2024

20-06-2024

Big Bang

Visto 22.450 volte

8

Elezioni 2024

17-06-2024

La confederAzione

Visto 22.076 volte

9

Elezioni 2024

17-06-2024

Il ritorno dello Jedi

Visto 21.830 volte

10

Elezioni 2024

25-06-2024

John Fincgerald Kennedy

Visto 21.580 volte