Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 27-03-2014 13:41
in Politica | Visto 2.528 volte

Centrodestra, spunta l'ipotesi primarie

Candidato sindaco disperatamente cercasi: e qualcuno, nel centrodestra di Bassano, lancia l'idea di consultazioni primarie da indire il 13 aprile. Ma c'è anche chi si oppone nettamente: “Siamo fuori tempo massimo”

Centrodestra, spunta l'ipotesi primarie
Centrodestra a Bassano del Grappa: candidato sindaco disperatamente cercasi.
Le bocche, al riguardo, sono chiuse. Ma non è una chiusura ermetica, e gli spifferi ci sono sempre. E così, nell'incalzante giro di messaggini ai cellulari dei diretti interessati, ecco che spunta l'ennesima novità: indire le consultazioni primarie del centrodestra da cui far uscire, una volta per tutte, il nome dell'aspirante primo cittadino di lista o eventuale coalizione. E' c'è anche una data precisa per chiamare i cittadini alla fatidica scelta: domenica 13 aprile.
Non sappiamo chi, all'interno dell'area Forza Italia e dintorni, abbia promosso l'ipotesi della consultazione. Ma quello che è certo è che la proposta è stata lanciata nelle scorse ore, e sempre “qualcuno” sta cercando i nomi disponibili a candidarsi allo scopo.
Per saperne di più, una volta appresa la notizia, ci appostiamo in via Verci nei pressi del banchetto della raccolta firme per il mantenimento della Compagnia dei Carabinieri di Bassano promosso da Elena Donazzan e dalla sua associazione “Amo il Veneto”.
Mentre ci troviamo sul posto, della Donazzan - la cui presenza “dalle 8.30 alle 13” al banchetto della petizione era stata annunciata da apposito comunicato stampa - non c'è neanche l'ombra. Ma ci sono comunque diversi esponenti del centrodestra locale. Tra cui Federica Finco, già assessore al Sociale col sindaco Bizzotto, più volte data in pole position per la sofferta investitura ad aspirante primo cittadino.
La quale ci conferma la nuova ipotesi “emersa ieri sera” con le seguenti parole: “Non sono assolutamente d'accordo. Siamo fuori tempo massimo. Non si può fare una consultazione a una settimana dalla chiusura delle liste. E poi per decidere tra chi? Tra il centrodestra, la Lega e una civica?”.
Ecco l'informazione che ancora ci mancava: per primarie del centrodestra si intende - a quanto pare - una consultazione che riguarderebbe la scelta tra una griglia di nomi espressi dal centrodestra (Forza Italia + area Donazzan), dalla Lega Nord e dalla civica “Impegno per Bassano” che ha come leader l'attuale consigliere comunale del PdL Mauro Lazzarotto.
Ma il già ufficializzato candidato sindaco della Lega Nord Tamara Bizzotto, da noi contattata al telefono successivamente, respinge l'eventualità di qualsiasi coinvolgimento del Carroccio in una ancora ipotetica consultazione primaria dell'area di centrodestra. “Ho sentito questa voce - dichiara la Bizzotto a Bassanonet -, ma la considero solo una boutade. E' fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. Non l'ho neanche presa in considerazione.”
E si trincera dietro un assoluto “no comment” - dopo essersi negato ieri anche al telefono - il presidente mandamentale degli Artigiani Sandro Venzo, che da Vicenza nei giorni scorsi ha saputo di essere stato nominato candidato sindaco del centrodestra a Bassano. Chiedendo di far trascorrere il weekend per esprimersi al riguardo e finendo in contemporanea sulla graticola mediatica e nel mirino degli attacchi della Lega Nord per il supporto dato, quale presidente di categoria, al tentativo di sistemazione nel nostro territorio di un gruppo di profughi dall'Eritrea.
C'è anche Venzo, assieme agli altri presidenti mandamentali di categoria, a firmare al banchetto pro-Carabinieri della Donazzan.
Ma è Venzo-La Sfinge: scucirgli una parola che riesca a far capire che cosa stia succedendo è una mission impossibile. Né sulla proposta delle primarie, nella sulla sua ancora non confermata candidatura.
“Scioglierò le riserve - è l'unica frase che riusciamo a strappargli - quando il centrodestra comunicherà ufficialmente il candidato sindaco.” Parole dette per non dire niente.
E a proposito di bocche cucite e di centrodestra, che è l'unione delle due parole “destra” e “centro”: sempre nelle vicinanze di via Verci incrociamo l'assessore Dario Bernardi, l'unico grande “invisibile” nell'attuale scenario pre-elettorale cittadino, ma che sta lavorando da tempo a un proprio progetto - a cui avrebbe aderito, tra gli altri, anche l'assessore Annalisa Toniolo, ormai ex “Bassano ConGiunta” - e a una propria lista. E lo incrociamo mentre sta conversando con un noto esponente del centrodestra bassanese. Nessuna dietrologia, per carità: è giovedì di mercato e la gente si incontra.
Ma approfittiamo per lanciare a Bernardi una battuta chiaramente riferita alle manovre elettorali in città: “Allora assessore, quando parlerà anche lei?”.
“Ho il mal di gola” - ci risponde scherzosamente, e democristianamente, l'amministratore comunale. Tradotto dal vocabolario bernardiano: “Stai tranquillo che sto preparando qualcosa. Ma non vengo a dirlo proprio a te.”
Federica Finco contrariata, Sandro Venzo-La Sfinge e Dario Bernardi con la “faringite”: questa sì che è un'avvincente telenovela, di cui la proposta delle primarie last minute è soltanto una delle ultime novità.
Arrivederci alla prossima puntata.

Più visti