Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 02-04-2012 14:39
in Attualità | Visto 3.183 volte

Silvia Pasinato: “Sollevato l'ennesimo e inesistente scandalo”

Il sindaco di Cassola interviene sui presunti collegamenti tra i progetti di Karizia Tecnology e di Ecotrasporti: "Ecotrasporti nulla aggiungerà di più all'attività che già svolge". “Prevalgono ancora una volta fantasie, dicerie e malafede”

Silvia Pasinato: “Sollevato l'ennesimo e inesistente scandalo”

Il sindaco di Cassola Silvia Pasinato: "Chi ha sollevato problemi di trasparenza non conosce i percorsi pubblici già avvenuti" (foto Alessandro Tich)

Il sindaco di Cassola Silvia Pasinato ha trasmesso oggi in redazione un comunicato stampa che riportiamo integralmente di seguito:

COMUNICATO

GASSIFICATORE: ULTERIORI CHIARIMENTI

Con la presente si fa riferimento a quanto comunicato dal consigliere Quero circa i collegamenti tra il progetto della Karizia Tecnology e il progetto della Ecotrasporti.

Spiace constatare come, ancora una volta, prevalgano fantasie, dicerie, malafede. Tutto ciò tuttavia non può cambiare la realtà dei fatti.
La realtà dei fatti è questa: la ditta Ecotrasporti, nata nel 1993 secondo il classico modello veneto abitazione-attività familiare, ha sempre operato in territorio comunale di Cassola raccogliendo e stoccando rifiuti di tipologia prevalentemente non pericolosa.
Verso l'anno 2008, in accordo fra il comune e la ditta, si è chiesto alla ditta stessa di ricollocare la azienda in area più idonea e decentrata rispetto al centro abitato di via de Gasperi (come richiesto anche dagli abitanti). La ditta ha pertanto provveduto ad acquistare un’area privata, con regolare compravendita, e ad avviare la progettazione e la procedura di informazione pubblica della VIA, secondo le conformi indicazioni della provincia e della regione.
La popolazione di Cassola era altresì presente alla presentazione.
Va evidenziato che Ecotrasporti nulla aggiungerà di più alla attività che svolgerà in via dell'industria rispetto a quanto già autorizzato negli anni scorsi da provincia e regione per il sito di via de Gasperi.
Il comune di Cassola non solo è a conoscenza del progetto di Ecotrasporti, ma si è attivato per far si che l'attività possa essere avviata in via dell'industria il prima possibile.
Nessuna relazione, pertanto, né progettuale né con riguardo alla tipologia di attività, risulta esistere con la Karizia Tecnology.
Il nuovo intervento è inserito in area adiacente alla ditta Frattinauto ed ha una sua autonomia funzionale.
Fantasie, dicerie o malafede non cambiano la realtà dei fatti.
Chi ha sollevato problemi di trasparenza (Quero, ecc.) non conosce i percorsi pubblici già avvenuti.
Certo, le normative per l’approvazione sono le stesse, analogamente a quanto avviene per numerosi altri impianti che vengono approvati in Veneto e alcuni di questi anche nel nostro territorio.
Ciò tuttavia non significa che ci sia relazione tra i due impianti, l’Ecotrasporti e la Karizia Tecnology.
Se chi ha sollevato questo ennesimo e inesistente scandalo si fosse debitamente informato e avesse verificato i fatti avrebbe evitato di dire alla gente cose non vere e di creare allarmismo inutile.

Il Sindaco
Silvia Pasinato

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti