Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 22-08-2014 20:45
in Il "Tich" nervoso | Visto 4.702 volte

L'Era Glaciale

Cose da vips: dilaga la moda della “Sfida del Secchio Ghiacciato” per beneficenza. Elisabetta Canalis si rovescia addosso un catino di acqua gelata e sfida Renzo Rosso a fare altrettanto. Non accogli la sfida? Sei out

L'Era Glaciale

L'attimo fuggente: l'"Ice Bucket Challenge" di Elisabetta Canalis (immagine tratta dal web)

Non ti prendi in testa un secchiata di acqua gelata? Sei out, fuori moda, antiquato.
Altro che doccia scozzese: questa è la “Ice Bucket Challenge” (la “Sfida del Secchio Ghiacciato”), il fenomeno virale che sta contagiando i vips dello spettacolo e del “jet set” di tutto il mondo dopo essere stata lanciata sui social network dall'ALS, associazione americana impegnata nella raccolta fondi per la lotta alla sclerosi laterale amiotrofica (Sla).
Si tratta, fondamentalmente, di una gara di beneficenza: si nomina ovvero si sfida qualcuno a rovesciarsi addosso un secchio di acqua gelata. Lo “sfidato” ha 24 ore di tempo per farlo, ovviamente documentando l'impresa con un video da postare sulla Rete, altrimenti deve fare una donazione all'associazione. Oppure entrambe le cose, per chi oltre al secchio pieno ha anche il portafoglio ben fornito. Chi affronta la prova acquisisce a sua volta il diritto di sfidare altre tre persone, creando una raggelante catena di Sant'Antonio.
L'Ice Bucket Challenge è così diventato il vero e assoluto tormentone dell'estate. Ci eravamo appena liberati della “Happy-mania”, che aveva contagiato l'intero pianeta da New York a Cassola, ed ecco che è esplosa la nuova tendenza universale per il villaggio globale di facebook e youtube: il video di 22” di Cristiano Ronaldo in costume da bagno con pettorali e addominali in bella mostra che si fa tirare addosso una catinata di doccia fredda ha superato sul “Tubo”, mentre sto scrivendo, i 16 milioni di visualizzazioni.
Negli Stati Uniti, Paese da cui è partita la sfida, non si contano ormai più i “soliti noti” che si sono dati una bella secchiata di acqua e cubetti di ghiaccio: da Bill Gates a Mark Zuckerberg, da Will Smith a Jennifer Lopez e da Steven Spielberg a Oprah Winfrey passando per Justin Timberlake e Lady Gaga.
La moda - visto anche il riscontro di visualizzazioni sul web, che per un personaggio pubblico non fanno mai male - è preso dilagata anche in Italia, dove cantanti-attori-calciatori-showgirls e via dicendo continuano a farsi riprendere nell'atto di lanciarsi o di beccarsi il gelido gavettone rovesciato da secchi, catini, pentole, bacinelle e altri contenitori di qualsiasi tipo utilizzati allo scopo.
Il riscontro mediatico - perché ci sono anche le testate on line che corrono dietro al fenomeno - è assicurato: figurarsi poi se il personaggio di turno è una bellona dello spettacolo, che in quanto tale non può che presentarsi alla sfida con una maglietta attillata (destinata, inevitabilmente, a trasformarsi in “maglietta bagnata”) o con un succinto bikini.
E' stato il caso di Belén Rodríguez, in versione maglietta, che prima di tirarsi il secchio addosso (uno spettacolo della natura) ha nominato, tra gli altri, Elisabetta Canalis. La Canalis, in versione bikini, non ci ha pensato due volte, e ieri si è cimentata nella surgelante impresa nominando a sua volta altri tre aspiranti temerari: la conduttrice Tv Paola Barale, Mauro Situra (chi era costui? ho dovuto fare una ricerca sul web: è un hair stylist delle dive) e - udite udite - Renzo Rosso.
Il patron della Diesel, di cui la Eli Canalis è stata anche ospite nei mesi scorsi a Bassano, è così ufficialmente chiamato all'appello per aggiungersi alla già nutritissima lista dei ghiaccioli umani per beneficenza.
Personalmente non ho alcun dubbio sul fatto che l'imprenditore del casual - sempre attento ai trend del momento e fedele al suo motto, diventato anche un marchio, “Only the Brave” (“Solo i Coraggiosi”) - non mancherà di rispondere alla sfida, riversandosi addosso a bucket of water (per dirlo alla Diesel style) attinto dal freezer.
Cose da vips, appunto. Personaggi ed interpreti di questo nuovo e infinito sequel dell'”Era Glaciale”. Che meritano per una volta tanto un doveroso spazio in questa rubrica quale disimpegnato intermezzo, in sintonia con lo spirito dell'estate, tra una notizia sul Tribunale e un'altra sullo spegnimento notturno dell'illuminazione pubblica a Bassano.
Ma la curiosità, a questo punto, sorge spontanea: chi nominerà, a sua volta, Renzo Rosso per far proseguire la catena benefica? Forse il suo amico rapper Kanye West, che a Bassano e dintorni è praticamente di casa, ribattezzato a suo tempo da un nostro scherzoso utente kanio uess? Oppure qualche altra celebrità internazionale: attore, modella, cantante? Difficile prevederlo. L'agenda delle grandi star, nonché possibili candidati alla sfida di ghiaccio, che mister Diesel conosce di persona è zeppa di nomi: non c'è che l'imbarazzo della secia.

Più visti